POLITICA

Montesilvano, Di Mattia: «che fine ha fatto il mercato ittico?»

Dirodi: «ritardi ma sarà sempre Cordoma a tagliare il nastro»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2765

Montesilvano, Di Mattia: «che fine ha fatto il mercato ittico?»
MONTESILVANO. Il candidato sindaco del centrosinistra (Idv, Pd e Sel) Attilio Di Mattia ricorda le promesse del sindaco e domanda: «dove sono finite?»


Il 25 maggio scorso attraverso un comunicato stampa, l' amministrazione comunale dava la notizia dell’inizio lavori per la realizzazione di un mercato ittico sulla riviera all’altezza di via Bocca di Valle. L’opera doveva essere completata in 120 giorni, ossia a settembre: «sono passati ben 266 giorni, più del doppio, e al posto della struttura c’è soltanto uno scheletro di acciaio», protesta Di Mattia. «Cordoma, non contento di non aver mantenuto la prima promessa, il 4 novembre 2011 ne fa un’altra: prima di Natale il mercato ittico sarà pronto. Resta solo da capire al Natale di quale anno si riferiva. Non è possibile che dopo più di otto mesi l’opera architettonica non sia ancora pronta. E non ci vengano a dire che i ritardi sono dovuti al maltempo degli ultimi giorni perché la struttura si trova in questo stato ormai da mesi».
Per Di Mattia l’amministrazione di centrodestra avrebbe dimostrato «più di una volta» di non «essere in grado di rispettare gli impegni presi, purtroppo sempre a discapito della cittadinanza. In questo caso chi ci rimette sono in primis i pescatori, costretti quotidianamente a lavorare con bancarelle di fortuna dislocate lungo la costa, esposti ai capricci del meteo, e poi tutti i cittadini ai quali non può essere garantita la giusta sicurezza igienico-sanitaria».
La replica al candidato sindaco Di Mattia non arriva dal primo cittadino ma dal consigliere del Pdl Silvano Dirodi che spiega che la ditta Lauria di Grosseto incaricata di realizzare il mercatino ittico sul lungomare, da qualche settimana, «per ragioni economiche», si è fermata e nei prossimi giorni dovrà tornare in Comune a firmare l'atto di sottomissione e il verbale di adeguamento alle nuove tariffe dei materiali previsti dal progetto, conformato nel frattempo alle nuove normative europee.
«A breve quindi dovranno ricominciare i lavori con tempi certamente più brevi di quelli concordati nel contratto iniziale, che saranno di sessanta giorni», assicura Di Mattia. «Purtroppo Di Mattia deve continuare a fare tanto apprendistato prima di poter parlare di pubblica amministrazione, del resto col tempo impiegato tra una trasferta lavorativa e l'altra non ha molto tempo per occuparsi di Montesilvano e soprattutto non possiede una visione lucida sui lavori pubblici della città e sui suoi reali problemi. Di Mattia ha già dimostrato questa sua carenza dopo le dichiarazioni sull'urbanistica apparse sui quotidiani locali, in cui parla di processo di verticalizzazione del territorio attraverso la costruzione di grattacieli. Il consigliere provinciale inoltre è troppo giovane da ricordare che furono proprio le precedenti amministrazioni di centrosinistra, vent'anni fa, a promettere il mercatino ittico ai pescatori, che invece non potranno fare altro che constatare che è stato proprio il sindaco Cordoma ad aver realizzato i loro sogni».
Per il consigliere «sarà ancora Cordoma a tagliare il nastro, non solo del mercatino ittico, ma anche del Distretto sanitario e delle tante opere da lui concretizzate, lo stesso che nei momenti più difficili della città ha lavorato per il bene di ogni singola persona».