PENNE

Un fondo comunale per sostenere i giovani disoccupati?

Il coordinatore cittadino Pdl Penne avanza la proposta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2347

Un fondo comunale per sostenere i giovani disoccupati?
Istituire un fondo comunale che sostenga i giovani vittime della disoccupazione.

PENNE. Istituire un fondo comunale che sostenga i giovani vittime della disoccupazione.
La proposta arriva dal coordinatore cittadino del Pdl di Penne Antonio Baldacchini che chiede al presidente del consiglio comunale di Penne, Gabriele Vellante, la possibilità di destinare una somma dell’Ente ai disoccupati pennesi.
Secondo il pidiellino il Comune potrebbe istituire un fondo di 65.000 euro circa e dare ai disoccupati ed inoccupati che rispondano a particolari requisiti, «un aiuto in attesa di un’occupazione».
Il fondo, spiega Baldacchini «potrebbe essere finanziato con risorse generate dal bilancio comunale, in particolare dal capitolo delle entrate tributarie 2013 che prevedono maggiori entrate grazie all’Imu».
Solo alcuni potranno godere della misura: saranno preferiti i disoccupati, gli inoccupati, i lavoratori precariamente occupati, le persone prive di retribuzione che siano residenti a Penne da almeno 3 anni, che risultino iscritte al centro per l’impiego, che abbiano registrato nell’anno precedente alla presentazione della domanda un reddito imponibile non superiore ai 5.000 euro annui.
Una boccata d’ossigeno per i giovani, insomma, che potranno abbandonare i  nuclei familiari d’origine e farsi una vita autonoma. «Il sistema di ammortizzatori sociali», ricorda Baldacchini, « in Italia esclude il 50% dei disoccupati che non hanno alcuna copertura economica rispetto ad una media europea intorno al 20-30 %».
E’ per questo che il coordinatore del Pdl auspica un’azione immediata da parte del Comune e chiede al presidente del Consiglio comunale di informare gli altri consiglieri sulla proposta.