L'INIZIATIVA A GIULIANOVA.

Trasparenza, partecipazione e parola ai cittadini: prove tecniche a Giulianova

In preparazione un regolamento che dovrebbe favorire l’ascolto dei cittadini

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1821

L'assessore Archimede Forcellese

L'assessore Archimede Forcellese

La maggioranza vara il regolamento su partecipazione e consultazione dei cittadini mediante sondaggio deliberativo. Il 31 gennaio si terrà al Sottobelvedere la “Prima giornata della trasparenza e della partecipazione”.

GIULIANOVA. La maggioranza vara il regolamento su partecipazione e consultazione dei cittadini mediante sondaggio deliberativo.
Il 31 gennaio si terrà al Sottobelvedere la “Prima giornata della trasparenza e della partecipazione”.

La maggioranza che fa capo al sindaco Francesco Mastromauro aveva già annunciato grandi iniziative per avvicinare l’amministrazione ai cittadini, favorire la trasparenza e la partecipazione popolare.
Nella riunione di maggioranza tenutasi il 24 gennaio scorso si è affrontata la questione relativa agli strumenti da adottare per favorire la partecipazione popolare decidendosi l'approvazione, in tempi brevissimi, di un regolamento su partecipazione e consultazione dei cittadini attraverso la tecnica del sondaggio deliberativo per la definizione di alcune entrate proprie del bilancio previsionale 2012.
«Nello specifico – dichiarano il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore al Decentramento Archimede Forcellese – il regolamento sulla partecipazione normerà tutti gli strumenti di partecipazione previsti dallo statuto comunale, quali il consiglio comunale dei bambini, i comitati di quartiere, il forum dei cittadini, i referendum consultivi, propositivi ed abrogativi. Si tratta di un grande passo avanti sulla via dell’incentivazione della partecipazione, peraltro già anticipato nella conferenza stampa di fine anno, che collocherà la nostra città, una volta approvato il regolamento, in una posizione di assoluto riguardo non solo nel contesto regionale ma anche in quello nazionale, allineando così Giulianova a quei pochi comuni ove le buone pratiche di partecipazione sono di uso frequente».

Quanto allo strumento dei sondaggi deliberativi dei gruppi di cittadini, dicono Mastromauro e Forcellese, dovrebbero essere individuati in un campione rappresentativo della popolazione residente dai 16 anni in su, attraverso fasi distinte che prevedono lo svolgimento di gruppi di discussione e di un’Assemblea plenaria. Una volta effettuata la individuazione, i gruppi delibereranno su scelte di grande importanza relative al bilancio di previsione 2012. La deliberazione finale scaturita dal sondaggio deliberativo dovrebbe poi essere fatta propria dall’Amministrazione Comunale.
Intanto martedì 31 gennaio, alle ore 10:30, presso il Sottobelvedere di piazza della Libertà a Giulianova Alta, si svolgerà la “Prima giornata della trasparenza e della partecipazione”, iniziativa pubblica a cui sono invitati i giovani, la cittadinanza e tutti gli amministratori dei Comuni della Provincia, manifestazione organizzata dall’Assessorato alla Trasparenza del Comune di Giulianova. Per l’occasione, dopo un’introduzione su trasparenza e democrazia del prof. Carlo Di Marco, docente di diritto pubblico all' Università di Teramo, l’assessore Forcellese farà il punto sulle buone pratiche del Comune di Giulianova e sugli sviluppi futuri. Il sindaco di Grottammare Luigi Merli esporrà il modello di partecipazione democratica della sua città. Infine sarà presentata la tecnica del sondaggio deliberativo.