CHIETI

Ragazzo aggredito a Chieti. Rifondazione: «attacco di matrice politica»

Il fatto è avvenuto in via Arniense

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2899

Ragazzo aggredito a Chieti. Rifondazione: «attacco di matrice politica»


CHIETI. E’ stato aggredito sabato sera un esponente dell’assemblea permanente di Chieti.
Il consigliere comunale della Federazione della Sinistra, Riccardo Di Gregorio, parla di una «vera e propria aggressione di matrice politica». Anche dall’assemblea permanente teatina commenti aspri contro il gruppo di «infami fascisti» che ha ferito il giovane.
«Si è trattato di un agguato premeditato», commenta ancora Di Gregorio, «poiché il gruppo di ragazzi appartenete all’assemblea permanente è stato inseguito per il Corso Marrucino ed aggredito all’incrocio con via Arniense in un momento di calma e, soprattutto, lontano dagli occhi dei passanti».
Il consigliere comunale ricorda di aver «più volte» denunciato il «clima intimidatorio» e le aggressioni «messe in atto dal gruppo di estrema destra Comunità politica d’Avanguardia ma ben poco è stato fatto dalle Autorità preposte affinchè si prendessero i provvedimenti del caso».
A nome del partito della Rifondazione Comunista e della Federazione della Sinistra «condanno fermamente il silenzio e/o la distorsione degli accadimenti che anziché ridurre il fenomeno finiscono con l’acuirlo in maniera sensibile e preoccupante».
Giovedì prossimo alle 16.30 si terrà un presidio a Largo Martiri della Libertà (di fronte all’ingresso della Prefettura di Chieti) «per manifestare il proprio sdegno dinanzi a simili esempi di ingiustificata barbarie».