Enrico Di Giuseppantonio è il nuovo coordinatore regionale dell'Udc

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4711

ABRUZZO. Enrico Di Giuseppantonio, già vicecommissario regionale del partito è il nuovo coordinatore regionale dell'Udc.


A nominarlo è stato, questa mattina, il coordinamento nazionale che si è riunito appositamente per completare l'organigramma territoriale dopo l'azzeramento disposto dal segretario, on. Lorenzo Cesa, in vista del Partito della Nazione.
«Ringrazio della fiducia accordatami – ha dichiarato il neocoordinatore Di Giuseppantonio – da parte di tutto il partito, ed in particolare, dell'on. Cesa e del presidente Casini. Ringrazio anche l'on. Antonio De Poli, che ha guidato con mano ferma e saggia il partito nella fase commissariale e con il quale ho avuto il privilegio di lavorare fianco a fianco nel mio ruolo di vicecommissario. La mia nomina non muta di una virgola la rotta che ci siamo dati da qualche mese in Abruzzo, cioè la costruzione del nuovo Partito della Nazione, anzi la rafforza, poiché chiama alla responsabilità diretta della gestione della transizione le forze del territorio».
«Il nostro», ha detto, «sarà il partito degli italiani, a cui gli abruzzesi stanno concorrendo aprendosi a tutte le esperienze e le sensibilità, avvicinando tutti quei cittadini che si sono tenuti ai margini della politica o che se ne sentono disgustati o che se ne sono allontanati: l'Udc, specie nella nostra regione, sente forte la responsabilità di superare lo stallo che si è creato a causa di questo forzato bipolarismo, ma sa benissimo che da sola non può farcela. Per questo apre le porte ai cittadini di ogni orientamento, laici e cattolici, credenti e non credenti, in particolare i giovani, che sentono come sia necessario parlare un nuovo linguaggio della riconciliazione e della responsabilità».
Insieme al capogruppo regionale, Antonio Menna, al neopresidente del coordinamento regionale, on. Rodolfo De Laurentiis, ai dirigenti locali e a tutti i militanti, Di Giuseppantonio ha promesso di proseguire il lavoro di ascolto dei territori, in vista della conferenza programmatica regionale del partito».

02/07/2010 17.05