Sinfonica Abruzzese, Nardecchia lascia dopo 22 anni, arriva Centi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2245

L'AQUILA. Un lunghissimo e commosso applauso ha salutato ieri Ludovico Nardecchia che dopo ventidue anni ha lasciato la guida dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese.

I soci dell'ente abruzzese hanno salutato il presidente uscente consapevoli del grandissimo lavoro svolto da Nardecchia al servizio della musica.
«E' stato un esempio di buona gestione, umanità e creatività e per questo lo ringraziamo», hanno sottolineato gli esponenti dei maggiori enti culturali cittadini, a partire dal direttore del conservatorio, Carioti, al presidente della corale 99 Cerasoli, al vice presidente dei Solisti Aquilani, Lucrezi, al musicologo Francesco Sanvitale, al rappresentante di Harmonia Novissima di Avezzano, Franceschini, al direttore artistico, Antonellini.
Anche il Comune dell'Aquila, per voce dell'assessore Vladimiro Placidi, ha espresso il proprio apprezzamento per il lavoro e l'impegno svolto al servizio della cultura e della città in questi lunghi anni da Ludovico Nardecchia «che ha anche avuto il merito di tenere sempre fuori dalla porta dell'ente gli appetiti politici».
Succede a Nardecchia Antonio Centi, già amministratore delegato dell'Isa e sindaco dell'Aquila. L'assemblea dei soci, proprio su proposta di Nardecchia, ha votato all'unanimità Antonio Centi che eredita un'azienda sana sotto il profilo economico e di assoluto prestigio sotto l'aspetto musicale.
«Spero di poter seguitare il cammino segnato da Carloni prima e da Nardecchia poi con serietà, rigore, indipendenza e onestà intellettuale, segni che hanno contraddistinto l'opera dei miei prestigiosi predecessori», ha commentato Centi dopo la sua elezione, «le sfide che ci aspettano sono complesse e impegnative. Servirà un lavoro di squadra e una progettualità alta e quanto più unitaria possibile. La cultura – ha proseguito il presidente dell'Isa - dovrà assumere un ruolo strategico per la rinascita e il rilancio del nostro territorio così duramente colpito dal terremoto».
Antonio Centi, già sindaco dell'Aquila, attuale responsabile nazionale del settore turismo dell'Anci (associazione nazionale dei comuni d'Italia), membro di Federculture, nel settembre scorso è stato confermato Presidente di ANCI Abruzzo. Centi conosce bene le dinamiche e la storia dell'Isa avendo ricoperto in passato la carica di consigliere delegato dell'Istituzione Abruzzese. Esperto di marketing turistico-culturale, da anni è impegnato nel campo culturale.
Antonio Centi, come previsto dallo statuto dell'Isa, resterà alla guida della “Sinfonica” per i prossimi cinque anni.

07/05/2010 11.03