Costantini(Idv):«Chiodi dimentica impegni per la Provincia dell'Aquila»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3111

ABRUZZO. «Chiodi dimentica la Provincia dell'Aquila». Carlo Costantini, capogruppo Idv alla Regione Abruzzo, ricorda al presidente della Regione un impegno votato dal consiglio regionale che non sembra essere tra i progetti al vaglio del ministero.
Chiodi ha dichiarato qualche giorno fa che i primi progetti del 6° Programma di Infrastrutture Strategiche «sono al vaglio del Ministero delle Infrastrutture per la fase istruttoria e riguardano la Pedemontana, l'aeroporto di Pescara e il porto di Ortona per un ammontare complessivo di 300 milioni di euro».
Il Consiglio regionale, a fine dicembre 2009, ricorda oggi Costantini, ha approvato il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria (DPEFR) 2010-2012, che a pag. 63 contiene il testo dell'emendamento proposto dai Consiglieri dell'Italia dei Valori: “la Giunta regionale si impegna ad adottare ogni atto conseguente e necessario al fine di consentire, in via prioritaria rispetto alle ulteriori opere indicate nella stessa Intesa, la realizzazione a stralcio della nuova tratta ferroviaria L'Aquila-Tagliacozzo e l'adeguamento della tratta ferroviaria Tagliacozzo-Roma”.
L'approvazione dell'emendamento riguardante la realizzazione della linea Tagliacozzo-L'Aquila, ma anche l'ammodernamento della restante tratta verso Roma, è stato voluto proprio dai consiglieri regionali dell'Italia dei Valori.
«Adesso Chiodi trascura completamente la provincia dell'Aquila», sottolinea Costantini, «già esclusa da ogni intervento infrastrutturale, e rinnega l'impegno assunto in quello che è il principale strumento guida dell'azione regionale. La nostra richiesta scaturiva da una semplice considerazione: in occasione delle catastrofi naturali che nel passato più o meno recente hanno colpito il territorio italiano - ad esempio, nel caso del terremoto in Friuli V.G - è stato dimostrato che la ripresa dei territori colpiti deve essere accompagnata da urgenti e rilevanti investimenti infrastrutturali. Nel caso della provincia dell'Aquila, la rapidità dei collegamenti con la Capitale può svolgere un ruolo fondamentale per la ripresa e lo sviluppo dell'economia turistica, per il rilancio dell'Università aquilana e di ogni altro settore produttivo».
«Chiodi avrebbe dovuto», conclude Costantini, «a seguito dell'impegno preso, assumere ogni atto prioritariamente per la realizzazione della tratta ferroviaria L'Aquila-Tagliacozzo; se ancora, colpevolmente, non l'ha fatto, come purtroppo riteniamo , è obbligato a rimediare in brevissimo tempo, sottoponendo la richiesta al Ministero per le Infrastrutture, per poi trasmetterla al CIPE che dovrà assegnare i fondi».


08/03/2010 13.15