Montesilvano, Pd: «anche nella nostra città c'è problema polveri»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6137

MONTESILVANO. Seccia: «Forse l'amministrazione di Montesilvano pensa di respirare l'aria delle Dolomiti»


Il Partito Democratico di Montesilvano denuncia «l'immobilismo e l'indifferenza» dell'Amministrazione Cordoma difronte alla scarsa qualità dell'aria di Montesilvano.
«I dati dell'Arta sulla qualità dell'aria nella nostra città sono eloquenti», commenta Luigi Beccia, segretario cittadino del Pd.
«Nel periodo compreso tra il primo gennaio e il 28 Febbraio dell'anno corrente per quanto riguarda le temibili polveri sottili, la soglia di 50 μg/m3 che per legge definisce il limite inferiore per cui lo stato dell'aria è definito 'pessimo' è stata superata in sei giornate».
Seccia ricorda che la legge impone che questo limite non debba essere superato in più di 35 giorni in un anno.
«E' vero che nella limitrofa Pescara il numero di episodi di superamento del limite è stato superiore ma se Atene piange, Sparta non ride: soprattutto se al di là del confine ci si pone il problema qualità dell'aria mentre di qua si fa finta che non esista affatto».
Il segretario dei democratici sostiene che «basta guardare i dati nella loro completezza per avere piena consapevolezza dello stato dell'aria di Montesilvano. Secondo i dati Arta, che qualsiasi cittadino può consultare, nei primi due mesi dell'anno, a parte i sei casi di qualità “pessima”, sono stati più di trenta i giorni di superamento del limite di polveri sottili per cui l'aria viene definita 'scadente' posto al valore medio di 33 μg/m3. Sono molto pochi, dunque, i giorni in cui la qualità dell'aria è stata almeno accettabile».
Beccia domanda «quando l'amministrazione Cordoma prenderà in considerazione il problema. Nella vicina Pescara si ricorre a una serie di domeniche ecologiche mentre qui non se ne parla affatto e non c'è nemmeno dibattito, come se nella nostra città ci fosse un'aria dolomitica. Ci si dimentica che un tentativo di azione congiunta con i comuni limitrofi è già stata sperimentato con successo durante gli anni di amministrazione di centrosinistra nella nostra città. Inoltre è da diverso tempo che noi del Partito Democratico sosteniamo la necessità che Montesilvano si faccia capofila dell'elaborazione di un piano di mobilità che riguardi l'intera area metropolitana. Riteniamo che questo piano sia necessario per armonizzare il traffico, programmare la mobilità vista l'espansione demografica al di fuori del capoluogo di provincia che aggraverà i problemi della nostra città, ma soprattutto ad evitare problemi ambientali come quello delle polveri sottili di cui sono fortemente responsabili le automobili»


08/03/2010 10.33