Pd, Stefania Ferri nuova presidente dell'assemblea provinciale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4217

TERAMO. Dopo le elezioni primarie del nuovo segretario provinciale del Pd, Robert Verrocchio, si è tenuta ieri sera l' assemblea che ha rimodellato la dirigenza del partito.




Stefania Ferri, ex sindaco di S. Egidio alla Vibrata e candidata dei delegati di Verrocchio, è stata eletta presidente dell'Assemblea Provinciale con 39 voti in più rispetto a Moreno Fieni, segretario dei Giovani Democratici, candidato da Citerei e Mariani.
Sono poi stati eletti all'unanimità, anche i componenti della Commissione di Garanzia, il Tesoriere, il Revisore dei conti e i componenti del Coordinamento Politico.
Robert Verrocchio ha aperto la riunione in una sala gremita di persone: i 240 Delegati eletti, insieme a quelli aventi diritto e ai tanti iscritti al Partito.
Nella sala polifunzionale della provincia di Teramo, anche il segretario Regionale Silvio Paolucci, arrivato per fare i suoi auguri alla nuova dirigenza, l'onorevole Tommaso Ginoble, la presidente Regionale Manola Di Pasquale, i consiglieri regionali Di Luca e Ruffini, i sindaci del territorio, i consiglieri dei 47 Comuni della Provincia, i coordinatori dei Circoli.
Il discorso di Verrocchio ha puntato tutto su alcuni concetti chiave: «unità, condivisione delle scelte,
trasparenza, ascolto ed educazione».
«Solo così», per Verrocchio, «il Pd sarà capace di affrontare le sfide elettorali che lo attendono e, soprattutto, di riconquistare la fiducia della società civile. Basta, dunque, con un partito diviso, fatto di equilibri precari che tengono conto solo di interessi particolaristici e personali e, invece, avanti tutta con un partito fatto di donne e uomini competenti e che hanno voglia di lavorare insieme ai cittadini, affrontando temi rilevanti per la società intera: il lavoro, la casa, i giovani, la cultura,
l'economia, l'ambiente e molti altri».
«In nome dell'unità e della coesione», Verocchio ha proposto ai suoi due competitors, Mariani e Citerei, di affiancarlo alla guida della segreteria provinciale.
«Una proposta, che è un atto politico importante e responsabile per condurre il Pd verso una gestione finalmente unitaria e condivisa».


24/02/2010 9.56