Piano Sociale Pescara. Di Pino: «non ridurremo gli stanziamenti per il settore»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4119

PESCARA.. Il presidente della Commissione Politiche Sociali, Salvatore Di Pino, interviene sulle polemiche sorte dopo l’audizione in Commissione di alcuni rappresentanti delle organizzazioni coinvolte nel piano Pronto Intervento Sociale.


Si tratta di un piano rivolto ai cittadini che si trovano in difficoltà economiche, gestito e coordinato dal Comune di Pescara.
«Al di là di piccoli ritardi nei rimborsi da parte del Comune, che la Commissione mi ha incaricato di verificare - afferma Di Pino - i rappresentanti di alcune delle organizzazioni operanti nel servizio di Pronto Intervento Sociale sono stati invitati in Commissione per fare un quadro della situazione sul tessuto sociale cittadino che, purtroppo, in questo periodo di forte crisi economica, è tutt'altro che rassicurante. Quella che viene fuori dalla descrizione degli operatori è una situazione di grave emergenza che va sempre più peggiorando non solo per l'aumento degli extracomunitari ma anche e soprattutto per l'aumento delle famiglie pescaresi che in numero sempre maggiore sono costrette a chiedere aiuto per le spese di prima necessità come generi alimentari, utenze e affitto».
«La Commissione - continua Di Pino - si è espressa all'unanimità sulla necessità che l'Amministrazione Comunale non riduca gli stanziamenti destinati al settore delle Politiche Sociali in questo momento di grave crisi economica».
L'indirizzo della Commissione Politiche sociali è dunque chiaro: mantenere gli stanziamenti degli anni precedenti, se non addirittura aumentarli nel caso di progetti vitali come il PIS o come “Pescara Inclusione” servizio di inclusione sociale che consente a soggetti svantaggiati di intraprendere un percorso di reinserimento nel mondo del lavoro abbandonando le logiche puramente assistenzialistiche.
Le audizioni della Commissione Politiche sociali hanno proprio quest'obiettivo: capire quali realtà operano nel sociale e che tipo di contributo apportano, nonché essere uno stimolo affinché l'attività delle organizzazioni che svolgono un ruolo positivo all'interno della comunità venga garantita attraverso l'affermazione del principio di sussidiarietà che deve caratterizzare l'agire dell'Amministrazione.

22/02/2010 10.26