Chiude il centro di informazione turistica. Pd: «ennesimo autogol di Mascia»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4315

LA POLEMICA. PESCARA. Da qualche giorno è stata chiusa la sede del centro di informazione turistica del Comune di Pescara sita presso gli ex serbatoi dell’area di risulta. FIORILLI: «CHIUSURA TEMPORANEA

Una scelta che non piace davvero al Pd e al suo capogruppo Moreno Di Pietrantonio. «Questa è evidentemente l'idea di città che ha questa Amministrazione comunale», commenta il consigliere d'opposizione.
Di Pietrantonio ricorda che lo sportello era stato aperto nell'estate del 2007 dall'ex amministrazione D'Alfonso, insieme ad Aptr, Provincia e Fondazione PescaraAbruzzo che mise a disposizione i locali degli ex serbatoi dell'acqua nell'area di risulta e le attrezzature.
«Aprì per la prima volta in città un centro di informazione turistica, affidandone la gestione alla Pro Loco di Pescara».
Adesso, «dopo tre anni di attività con decine di migliaia di utenti», sostiene Di Pietrantonio, «questo importante servizio chiude per riaprire non si sa quando e non si sa dove. E' incomprensibile come si possa chiudere da parte del Comune, un servizio così importante per quanto riguarda una delle attività principali della città appunto, quella del turismo.
Un'Amministrazione responsabile e competente avrebbe sicuramente prima attivato un altro più efficiente servizio e poi avrebbe chiuso il vecchio servizio».
Per Di Pietrantonio, quindi, bisognerà chiarire perchè questo è successo: «è impensabile che si possa chiudere al buio».
Sulla questione è stata presentata anche una interrogazione in Consiglio Comunale per sapere «quali sono i motivi di questa chiusura ingiustificata, quando verrà riattivato il servizio, dove, con quali mezzi, quali fondi, con quale progetto e che fine faranno gli operatori che per anni hanno lavorato in questo servizio».

18/01/2010 15.45

FIORILLI: «CHIUSURA TEMPORANEA

«L'Ufficio di Informazione turistica, dislocato per tre anni all'interno dei vecchi silos della stazione ferroviaria, è stato chiuso temporaneamente per consentire la serena riorganizzazione del servizio, puntando sulla qualità dell'offerta rivolta ai turisti, ripensando gli orari di apertura della struttura e anche la sua dislocazione sul territorio, che dovrà essere più visibile e facilmente accessibile a tutti gli utenti».
Lo ha ribadito l'assessore al Turismo del Comune di Pescara Berardino Fiorilli.
«L'idea che la nuova amministrazione comunale ha del turismo cittadino è chiara e concreta – ha ricordato l'assessore -: parliamo di un turismo giovane, dinamico, aperto al territorio, ricco di offerte e proiettato in una dimensione europea. Tale idea richiede l'organizzazione di un servizio di informazioni turistiche sicuramente adeguato agli obiettivi, un servizio che va riorganizzato: già due mesi fa, alla scadenza della convenzione con la Pro Loco di Pescara avevamo concesso una prima proroga».
Ora è stata sospesa l'attività «per un brevissimo arco di tempo, approfittando, tra l'altro, di un periodo di bassa stagione turistica, ossia di scarsa affluenza turistica sul territorio, per riorganizzare la riapertura di tutti gli sportelli turistici chiusi da mesi o anni, come quello presso i locali dell'aerostazione, o quello del porto canale, quest'ultimo aperto esclusivamente nel periodo estivo, durante i collegamenti con l'altra sponda dell'Adriatico».
19/01/10 9.02