Elezioni, a Chieti e L'Aquila la Lega appoggerà il Pdl

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4746

CHIETI. La Lega Nord Abruzzo presenterà una lista in appoggio al candidato sindaco del Pdl al Comune di Chieti, dove si voterà a marzo prossimo.
Proprio questo pomeriggio in città verrà inaugurata una sede della Lega.
L'annuncio è arrivato stamani. Presenti il commissario della Lega Nord per l'Abruzzo, Marco Rondini, il coordinatore regionale Tonino Giallonardo, i coordinatori provinciale e cittadino Marco Scioli e Giuseppe Savini.
La Lega Nord appoggerà il candidato del Pdl anche alle elezioni provinciali all'Aquila.
«Riteniamo - ha detto Rondini - che l'alleanza è un mezzo per arrivare a ottenere dei risultati e soprattutto attraverso l'alleanza ed eventualmente la vittoria, che ci permette di governare alcune realtà e speriamo anche quella della provincia dell'Aquila, di dimostrare la volontà di cambiamento e un modo diverso di intendere la politica che non è certo quello che è stato portato avanti per anni, magari anche dalla sinistra».
Per quanto riguarda Chieti, «daremo il nostro contributo negli anni di governo, che dovranno portare la città a rinascere dal torpore amministrativo che ha caratterizzato il centrosinistra - ha detto Savini - e lo faremo stando vicini alle persone, nei quartieri, ascoltando i problemi. A Chieti il problema più importante è sicuramente quello della cartiera Burgo che ha chiuso e in tanti hanno perso il lavoro ma ci sono anche problemi legati alla sicurezza, come l'aumento dei furti che viene segnalato da commercianti e cittadini».
«E' la prima volta che la Lega qui si presenta alle comunali- ha detto Scioli - e pensiamo di dare un contributo su alcuni principi e modelli che si sono già affermati in altre regioni, come serietà, rigore e buon governo».
Per Giallonardo «la Lega non è venuta a conquistare un territorio - ma siamo stati noi a chiedere supporto per dare un contributo a questa terra che ha sofferto negli ultimi anni. C'é un cambiamento in essere - ha detto Giallonardo - e noi vogliamo dare un contributo per migliorare, per far sì che non avvenga ciò che sta accadendo in Calabria».
09/01/2010 14.49