Verso le elezioni a Celano, Giovani Democratici e le 10 domande a Piccone

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5691

CELANO. Dopo il rinvio causa terremoto, tra qualche mese anche a Celano ci saranno le fatidiche elezioni amministrative.




I Giovani Democratici di Celano lanciano quindi l' iniziativa “Dieci domande al Piccone”: «con la speranza», dice Andrea Fidanza, «di avere qualche risposta in merito dal senatore Piccone, se non altro per cercare di far capire qualcosa ai celanesi, che di sicuro non avranno un quadro ben completo e chiaro dell'insieme».
«Con tutto il tempo che è passato», continua Fidanza, «cominciamo a perdere il conto di tutto ciò che l'ex amministrazione comunale di destra ha detto e non fatto da quasi 6 anni a questa parte».
Tra le domande formulate le promesse fatte in campagna elettorale («tutte mantenute?»), lo zuccherificio, il centro commerciale più grande della Marsica mai realizzato.
Ecco tutte le domande:

1. Nella campagna elettorale del 2004 circolava un bel foglio A4 plastificato e a colori: il programma di governo che accompagnò la sua candidatura alle elezioni comunali. Ci ricorda brevemente quali erano i punti principali?
2. Le folle oceaniche di celanesi e marsicani ai quali era stato promesso di essere assunti (questa volta non per soli tre mesi prima delle elezioni) dal Centro Commerciale più grande della Marsica sono tutti ancora davanti alle ruspe ferme sulla Tiburtina e si chiedono: “ma dov' è??”, “a che ora apre?”, “quante altre campagne elettorali dovremo aspettare per vederlo realizzato?”.
3. Il mega villaggio turistico e il Centro di Ricerca all'avanguardia nei pressi di Paludi che avrebbero dovuto portare moltissimi turisti a Celano esistono solo nell' immaginazione di qualcuno. Esattamente come il Distretto di Medicina Molecolare, anch'esso, nei sogni, da realizzarsi in tempi record. Ora quello che tutte le persone razionali si chiedono è: “ma quali sostanze dobbiamo assumere per vederli e visitarli anche noi?”.
4. L'immensa quantità di zucchero prodotta a Celano continua a creare ricchezza per la nostra comunità: giovani assunti, stipendi pagati, posti di lavoro sicuri. Lei oggi è coordinatore regionale del PDL, ma in campagna elettorale non aveva affermato di strappare la tessera del partito se lo zuccherificio fosse stato smantellato?
5. Università a Celano: 100mila euro l'anno versati dai contribuenti celanesi, 32 iscritti, nessun laureato, il Ministro dell'istruzione Gelmini che cita la nostra città come esempio di sperpero di denaro pubblico in Italia. Ma lei, in Senato, quando bisognava votare la fiducia alla Riforma Gelmini ha votato contro la sua università o contro il suo Governo?
6. I contribuenti hanno pagato un sacco di soldi per i semafori in piazza e lungo Via Roma. Saremmo stati molto soddisfatti se almeno avessero funzionato! Tra poco è Natale e in centro torneranno ad accendersi l'albero e le luminarie… perché non completare gli addobbi cittadini con la monoluce arancione dei semafori?
7. Ma i rilevatori di velocità lungo via Sardellino e via Vestina hanno mai funzionato? Non saranno mica finti? È evidente che si tratta di un caso di distrazione e/o ignoranza: per vederli accesi la spina va attaccata alla corrente!
8. Oltre a questa collezione di fiaschi da far impallidire una cantina sociale, l'amministrazione dimissionaria presentava un altro segno particolare: si parlava tra le tante cose di una città verde e vivibile, di raccolta differenziata e anche di un parco urbano da ben 10000 mq che avrebbe dovuto allietare lo sguardo del popoloso quartiere del rione Pantane. Ma dove arriva la sua fantasia? Di certo un merito ce lo ha: Lei sogna più dei bambini... Non sarà stato mica l'uomo nero a bloccare il progetto?
9. I celanesi chiedono, il comune non risponde! Qual è la sorte dei nostri contributi? Ci piacerebbe conoscere il bilancio della sua amministrazione. Qualora fosse stato diffuso, ce ne farebbe arrivare una copia? Rimborseremo al comune, le cui casse sono sempre più magre, i soldi delle fotocopie…
10 Ma che bel castello marcondirondirondello a Celano non c'è solo quello marcondirondirondà! Ci ricorda quali interventi ha promosso ed effettuato a favore delle due frazioni cittadine, Strada 14 e 8000?

DOMANDA BONUS

11. Con quale faccia tosta si ripropone come candidato sindaco, offendendo così l' intelligenza di noi celanesi, dopo averci lasciato per due anni sotto commissariamento solo per aspirazioni personali (che non è stato, per altro, in grado di concretizzare)?


14/12/2009 11.15