Nella nuova giunta Cialente spunta anche l’ex prefetto Giuliano Lalli

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6907

L'AQUILA. Una nuova giunta comunale entro domenica. Sono queste le indicazioni per l’esecutivo del sindaco Cialente da tempo in affanno con problemi grandi da quando Rifondazione è uscita polemicamente.

Una polemica tra l'altro che arrivava proprio sui temi delicatissimi della ricostruzione e dopo l'altro affare che ha tenuto per qualche settimana in forse l'assessore Alfredo Moroni, che riguardava lo smaltimento delle macerie.
L'ultima indicazione che giunge da Palazzo di città è che i giochi sarebbero quasi fatti.
Il nome forse a sorpresa che spunta è quello dell'ex prefetto di Pescara, Giuliano Lalli, un personaggio qualche volta criticato nel capoluogo adriatico per la sua eccessiva vicinanza al centrosinistra e nella fattispecie la Margherita di Luciano D'Alfonso.
Dopo il suo pensionamento Lalli ha voluto togliere ogni dubbio accettando un incarico, sempre su proposta dell'ex sindaco poi arrestato per presunte tangenti, nel cda della società Attiva spa a totale capitale pubblico che si occupa del servizio di nettezza urbana.
Ora la quasi certezza che possa ricoprire un ruolo come assessore nell'altro capoluogo in una giunta sempre di centrosinistra che attende la strada del rilancio.
Il sindaco Massimo Cialente ne è sicuro.
«Siamo in condizioni di poter allargare il nostro nucleo di giunta in modo da rispondere alle esigenze di un'amministrazione che fa i conti con un'emergenza più grande di questa città», ha detto oggi.
Anche se l'ufficialità arriverà solo nelle prossime il sindaco ha già confermato che il suo nuovo vice sarà Giampaolo Arduini.
A lui verrà affidata anche la delega dello sport.
A confermarlo è lo stesso vice sindaco attuale, Roberto Riga, che comunque manterrà l'assessorato all'Urbanistica.
«Rimetto le mie deleghe da vice sindaco nelle mani dell'amministrazione - ha detto Riga - così potrò dedicarmi al mio lavoro quotidiano che è già ricco di impegni e appuntamenti».
Tra gli ingressi annunciati dal sindaco, oltre a quello di Giuliano Lalli, la cui delega coprirà alcune funzioni amministrative, c'è anche quello di Vladimiro Placidi, direttore del Consorzio dei Beni Culturali che si occuperà del recupero dell'arte nel centro storico.
Nelle prossime ore dovrebbe essere anche confermato l'ingresso dei consiglieri comunali Pietro Di Stefano e Giustino Masciocco, mentre restano in carica Pierluigi Pezzopane, Silvana Giangiuliani, Marco Fanfani ed Ermanno Lisi.
«Tra di loro c'é un grande senso di appartenenza - ha detto ancora il sindaco - quella stessa voglia di riprendersi la città che ieri ha commosso il Presidente della Camera Fini quando gli abbiamo raccontato la storia dei primi locali che riaprivano in centro».

11/12/2009 14.59