Provincia di Teramo. La maggioranza approva le linee programmatiche

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8787

TERAMO. Ieri il consiglio provinciale di Teramo, non senza difficoltà, ha approvato a maggioranza le linee programmatiche illustrate dal presidente della giunta, Valter Catarra.
All'insegna del risanare, programmare e decidere, le linee programmatiche varate in giornata hanno riguardato bilancio, infrastrutture, lavoro, Rifiuti e Ambiente, Attività produttive e Turismo.
Come previsto, invece, è stato respinto l'ordine del giorno presentato dall'opposizione su alcune azioni da intraprendere per fronteggiare la crisi del sistema produttivo seguente il sisma del sei aprile. Bocciato anche un provvedimento della minoranza volto ad aumentare il cosiddetto “cratere sismico”, allargando ad altri comuni la possibilità di ricevere fondi per la ricostruzione.
A fine seduta botta e risposta piccato tra opposizione e maggioranza. Ernino D'Agostino, per il Partito Democratico, ha giudicato le linee programmatiche appena avallate come inadeguate, generiche e prive di elementi di concretezza.
Il presidente Catarra, in rappresentanza della maggioranza, ha invece lodato il lavoro portato a termine nella giornata di ieri: «lo spirito con il quale approviamo questo programma è quello di offrire un indirizzo generale a quella che sarà l'azione amministrativa. I diversi obiettivi saranno poi illustrati con maggiore chiarezza nella relazione previsionale programmatica».
«Riteniamo che le linee programmatiche siano adeguate» – commenta Enrico Mazzarelli per la lista al Centro per Catarra – «mentre i toni utilizzati dall'opposizione non inducono a pensare che ci siano possibilità future di dialogo».



ELETTE OTTO COMMISSIONI CONSILIARI PERMANENTI

La seduta è stata ovviamente l'occasione ideale per procedere all'elezione dei presidenti delle otto commissioni consiliari permanenti. Per la cultura, pubblica istruzione, sport, promozione sociale, politiche giovanili e volontariato è stato scelto Aurelio Tracanna dell'Udc. Adriano Di Battista del Popolo delle Libertà invece si occuperà di lavoro e formazione professionale, turismo, politiche comunitarie ed attività economiche. Ruolo di programmazione finanziaria, bilancio e personale per l'unica donna, Rita Ettorre del Pdl. Diego Di Bonaventura, Pdl, si occuperà di viabilità provinciale, grande viabilità, edilizia scolastica e trasporti. Per mansioni di urbanistica, pianificazione territoriale e protezione civile è stato scelto Emidio Di Matteo del Pdl. Massimo Vagnoni, sempre del Popolo delle Libertà, è stato eletto per la tutela e valorizzazione dell'ambiente, caccia e pesca, parchi e riserve naturali. Ugo Nori, della Lista D'Agostino Presidente, ha ricevuto 22 voti favorevoli su 23 per il ruolo di presidente della commissione controllo e garanzia.
Valter Catarra infine è ovviamente presidente della commissione statuto e regolamenti provinciali.
Eletti anche una trentina di membri che dovranno rappresentare l'Ente in seno alle commissioni elettorali circondariali.

30/07/2009 9.38