Il riscatto del Pd: al ballottaggio si prende Giulianova

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5756

GIULIANOVA. E’ una vittoria schiacciante quella di Francesco Mastromauro, candidato del centrosinistra al Comune, con il 62,6% dei consenti quando mancano 4 sezioni da scrutinare.

L'avversario Giancarlo Cameli del Pdl è fermo al 37,3% dopo che i suoi colleghi, due settimane fa, erano riusciti a conquistare tutte le poltrone.
«Guardiamo con grande speranza al risultato di Giulianova, che è positivo ogni oltre aspettativa», ha commentato Silvio Paolucci, segretario regionale del Partito democratico abruzzese, commentando l'ampia vittoria.
«Vince un centrosinistra rinnovato e capace di presentarsi come la squadra dell'efficienza e del buongoverno».
«È la dimostrazione» dice Paolucci «che il centrosinistra vince quando mette in campo un progetto di governo chiaro, innovativo e forte, e quando si presenta con una squadra credibile all'insegna del buongoverno e del rinnovamento. Dal metodo Giulianova può ripartire il centrosinistra».
Mastromauro, 50 anni ha alle spalle una intensa attività politica. Già vice-sindaco del Comune dal 2004 al 2008, assessore a Cultura, Turismo, al Demanio, ai Lavori Pubblici e sindaco facente funzione dopo le dimissioni di Ruffini.

22/06/2009 20.00

RISULTATI DEFINITIVI

Francesco Mastromauro ha vinto con il 62,5% delle preferenze e 7.387 voti. Giancarlo Cameli di è fermato al 37,49% e 4.431 voti.
Il nuovo consiglio, in base ai voti ottenuti al primo turno, sarà così composto: 8 seggi al Pd, 2 alla lista civica per Mastromauro sindaco, 1 all'Idv, 1 a Sinistra e Libertà, 3 al Pdl, 1 alla lista civica Al centro della città, 1 alla lista civica il Pdl per Giancarlo Cameli.
I candidati a sindaco eletti consiglieri sono Giancarlo Cameli, Giancristofaro Arboretti e Gianfranco Francioni.
23/06/2009 23.48