Berlusconi promette a Brucchi «verrò presto a Teramo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6030

TERAMO. Un insediamento, quello di ieri, «quanto mai importante», assicura il neo sindaco Brucchi.



TERAMO. Un insediamento, quello di ieri, «quanto mai importante», assicura il neo sindaco Brucchi.



Un giorno già di per sè importante, «impreziosito dall'incontro con il presidente Berlusconi» nell'aereoporto militare dell'Aquila.
Un incontro inaspettato in quel contesto. Il Premier infatti avrebbe dovuto incontrare il nuovo sindaco, assieme agli altri primi cittadini della regione ed ai Presidenti della Provinica nel corso di una riunione programmata nel palazzo della Guardia di Finanza, ma a fronte dell'impegno dell'insediamento alle ore 18.00, si sono anticipati i tempi.
Raggiunto il presidente nel corso del suo intervento presso l'aereoporto militare assieme al Governatore della Regione Gianni Chiodi, il sindaco si è reso protagonista di un importante scambio di battute col premier, in visita nel capoluogo abruzzese al fine di controllare i lavori presso il nuovo aeroporto militare ed i cantieri di rifacimento della città.
Dopo gli scatti di rito, i due si sono avvicinati per un breve saluto, nel corso del quale il sindaco è riuscito a strappare una promessa al premier, quella di andare presto a Teramo.
«“Sindaco”, mi ha detto», racconta Brucchi, «“verrò a Teramo quando vuole e verrò molto volentieri anche perchè sono curioso di osservare il paesaggio tra L'Aquila e Teramo”».
18/06/2009 11.00