Primarie e mancate convocazioni nel direttivo. È bufera nel Pd di Miglianico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1702

MIGLIANICO. Si infiamma la polemica all'interno del Partito Democratico di Miglianico.


Il consigliere comunale Renato Ricci, del Pd, ha inviato una lettera al collegio provinciale dei Garanti del partito per denunciare la mancata convocazione del direttivo di sezione e la continua sua estromissione dalle decisioni dello stesso.
Questo nonostante l'ex sindaco di Miglianico sia membro di diritto in quanto consigliere comunale di minoranza.
«Il coordinatore del circolo Pd di Miglianico, Cesare Stella», ha detto Ricci, «dal mese di ottobre ad oggi non convoca i sottoscritti alle riunioni del Direttivo del circolo cittadino. Tali convocazioni vengono fatti con l'esclusione mia e da tutti quelli che provengono dalla Margherita. Questa situazione va avanti da parecchio tempo incluso il periodo della campagna elettorale per le elezioni regionali dello scorso dicembre».
Ricci si è già rivolto senza fortuna al segretario provinciale del Pd, Silvio Paolucci: «ho informato da tempo il segretario provinciale del partito. Paolucci aveva garantito di promuovere una riunione chiarificatrice, ma tutt'oggi questa proposta non ha trovato attuazione nei fatti. Stella a precisa domanda, ha sempre risposto che il direttivo non si era mai riunito malgrado, in maniera inequivocabile, lo stesso continuasse ad assumere decisioni importanti come nel caso delle primarie alle regionali di dicembre».
Le proteste del consigliere comunale sono anche rivolta alla mancata convocazione delle primarie in vista delle elezioni comunali: «la situazione all'interno del Pd è grave e si evince soprattutto dalla vicenda relativa alle elezioni comunali, per le quali non si è proceduto alle primarie come indicato anche dal segretario Paolucci. Il segretario di sezione invece ha preferito accordarsi di persona con il sindaco uscente Dino De Marco, al quale il Pd si è opposto duramente negli ultimi cinque anni. Stella tra l'altro qualche mese fa aveva rassicurato tutti sullo svolgimento delle primarie in vista delle elezioni comunali 2009».
«Questa è stata una furbata di dubbio gusto» – conclude Ricci – «portata avanti nel silenzio dei vertici provinciali del partito e senza alcun dibattito interno nel direttivo sezionale».

30/05/2009 12.32