Caramanico, Mario Mazzocca si ricandida sindaco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2635

CARAMANICO TERME. Dopo un mandato, il primo cittadino ci riprova con una squadra giovanissima

“Caramanico che vogliamo”. È il motto che ha dettato la strada all'amministrazione del sindaco Mario Mazzocca che, dopo un mandato, proverà a governare per altri cinque anni con una squadra che annuncia «fortemente rinnovata ed ancor più ringiovanita ma che continui le opere già intraprese».
E lo spirito che guida il primo cittadino a comunicare con «orgoglio e gioia» la sua ricandidatura alle prossime amministrative del 6 e 7 giugno a capo della lista “Uniti per Caramanico - Siamo fuori dal Tunnel”.
Al fianco di Mazzocca ci saranno nuovamente anche i componenti della attuale giunta municipale Antonio De Vita e Claudio Cavallucci, oltre ai consiglieri uscenti Enrico De Novellis e Tonino Bucciarelli. Gli altri candidati (Mauro Alberico, Giovanni Conte, Francesco Costantini, Augusto De Luca, Francesca De Stafanis, Oreste Liardi, Costanzo Sigismundi e Davide Silvaggi) completano i quadri di «uno schieramento», così afferma Mazzocca, «che si rinnoverà profondamente, mantenendo i valori e le idee che hanno contribuito a fare dell'amministrazione uscente un vero punto di riferimento per l'intera comunità locale. Un immenso grazie va a tutti i miei concittadini», dice Mazzocca, «che si sono mostrati collaborativi, aperti alle innovazioni, pazienti e oculati nel suggerire le scelte e che soprattutto ci sono stati vicini nelle vicende più importanti che hanno segnato le tappe salienti di questi cinque anni».
«Su queste basamenta», incalza Mazzocca, «è nostra intenzione costruire un futuro ancora più proficuo per il nostro centro. E per farlo dobbiamo premere sull'accelleratore per il pieno sviluppo alcuni settori vitali: lo sviluppo turistico, da sempre al centro della nostra azione amministrativa, troverà idonee finalizzazioni (Promozione Turistica, Coordinamento, Termalismo), lo sviluppo infrastrutturale, teso a consolidare da un lato la dotazione a diretto supporto delle attività imprenditoriali e turistiche e dall'altro ad annullare la già fortemente ridotta distanza fra capoluogo e frazioni, la quantità e qualità dei servizi, già negli ultimi cinque anni hanno dotato il nostro centro di opportunità che solo poco tempo fa rappresentavano poco più che un miraggio».
In definitiva, “Uniti per Caramanico”, conclude Mario Mazzocca, «prima che un progetto istituzionale è una sana passione ed un sincero sentimento».

14/05/2009 14.51