Europee. Tra le liste del Pd anche la cronista anticamorra Rosaria Capacchione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4766

ROMA. Una cronista anti-camorra che vive sottoscorta; un sindaco anti-mafia; una giovane dirigente friulana che ha entusiasmato la base del Pd; uno dei mezzibusti Tv più noti.


E poi un astrofisico di fama mondiale; una campionessa olimpica di windsurf; molti docenti, sindacalisti e imprenditori espressione della società civile. Sono alcuni dei candidati del Pd alle europee.
«Tutti candidati veri», ha detto Dario Franceschini che lancerà una campagna elettorale basata sulla comparazione tra i propri candidati e quelli del Pdl.
Nella testa di lista della circoscrizione Sud, al secondo posto dopo Paolo De Castro, il Pd schiera Rosaria Capacchione, una cronista del 'Mattino' nota per le inchieste sul clan dei casalesi, che oggi vive sotto scorta. All'insegna dell'impegno per la legalità è anche la candidatura di Rita Borsellino, capolista nelle Isole, e quella del sindaco di Gela, Rosario Crocetta, noto per le battaglie contro la mafia della Sicilia orientale.
Per lui solo è valsa la deroga alla decisione di non candidare sindaci che devono concludere il mandato. Corre per un seggio a Strasburgo il sindaco uscente di Firenze, Leonardo Domenici, secondo nelle liste del Centro.
In lizza anche Palmiro Ucchielli, presidente uscente della provincia di Pesaro e Urbino, noto per la sua incredibile somiglianza con Lenin.
Nel Nord-Ovest il sindaco di None, Maria Luigia Simeone; nel Nord-Est quella di Montebelluna Laura Puppato.
Ci sono anche Silvia Costa, nella testa di lista del Centro, Debora Serracchiani, vice-capogruppo al Consiglio provinciale di Udine e Francesca Barracciu, consigliere regionale in Sardegna.
Tra gli emergenti del Pd anche Salvatore Caronna, segretario dell'Emilia, secondo nella lista del Nord-Est. E non manca una delle leader dell"onda", Nelli Scilabra, 'pasionaria' a GIurisprudenza a Palermo.
Fa quasi da contraltare ai giovani Luigi Berlinguer, ministro della pubblica istruzione con Prodi, che sarà capolista al Nord-Est.
Il mondo del lavoro e del sindacato figura con Sergio Cofferati, che guiderà il Pd nel Nord-Ovest, mentre in Sicilia, sarà in lizza Italo Tripi, segretario regionale della Cgil.
Diversi gli imprenditori: tra essi Giorgio Ferrero, già presidente della Coldiretti Piemonte; l'imprenditore pugliese delle costruzioni, Gerardo De Gennaro. Numerosi anche i professionisti e i docenti universitari. Tra gli esponenti della società civile spiccano i nomi di Giovanni Bignami, candidato al Nord-Ovest, e di Alessandra Sensini, al Centro. Il primo è uno dei più noti astrofisici italiani, che ha guidato l'Agenzia spaziale italiana fino allo scorso agosto. La seconda, con 15 medaglie tra Olimpiadi e Campionati del Mondo, è l'atleta italiana in attività più titolata.
A guidare le liste del Centro c'e David Sassoli, vice-direttore del Tg1. Si ricandidano Vittorio Prodi, fratello di Romano; Gianluca Susta, nel Nord Ovest, e Gianni Pittella, al Sud,che guidavano le delegazioni italiane nei Liberaldemocratici e nei socialisti e che da giugno siederanno in un unico nuovo gruppo.
«Sono tutti candidati veri - ha sottolineato Franceschini - persone che una volta elette resteranno tutte in Europa per l'intera legislatura»; non come Berlusconi o Di Pietro che «non potranno sedere nemmeno un ora al Parlamento europeo».
La campagna per le Europee sarà impostata proprio come una «pubblicità comparata»; il Pd inviterà in tutte e 5 le circoscrizioni a mettere a confronto i propri candidati con quelli del Pdl, convinto che la 'serieta' sarà premiata.

22/04/2009 8.38