Istituto per la ricerca Agraria, Acerbo chiede lumi a Chiodi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1312

CITTA' SANT'ANGELO. Il consigliere di Rifondazione Comunista, Maurizio Acerbo, ha presentato una interrogazione regionale sull' Istituto Sperimentale per la Elaiotecnica.

«Il CdA del Cra, consiglio per la sperimentazione in Agricoltura», ricorda Acerbo, «nella seduta del 17 dicembre del 2008 ha deliberato un declassamento della sede di Citta Sant'Angelo ipotizzando la sua trasformazione in Azienda Sperimentale».
Il consigliere ricorda anche che nella sede Cra Oli sono occupati attualmente circa 32 lavoratori di cui 18 a tempo indeterminato e 14 con contratti precari.
Questa nuova riorganizzazione», spiega Acerbo, «prevede l'uscita di fatto dell'Abruzzo dalla rete nazionale di ricerca agraria. Considerato che nei giorni scorsi l'assessore regionale all'Agricoltura ha presentato una serie di iniziative promozionali mirate a valorizzare l'eccellenza dell'olio Dop (Denominazione di origine protetta) abruzzese, appare contraddittorio che la nostra regione debba essere privata di una struttura scientifica così importante».
Per questo il consigliere Acerbo chiede al presidente Chiodi cosa si intende fare per il mantenimento della attuale sede in Citta S.Angelo.

27/02/2009 15.43