Mascitelli (Idv): «del Centro Oli si parlerà in Senato»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1444

ABRUZZO. Sarà discussa in aula al Senato la mozione, presentata dal gruppo Idv di modifica della normativa italiana in materia di emissioni degli impianti di estrazione petrolifera.

«La normativa italiana in materia di valori minimi di emissioni degli impianti industriali - ha dichiarato il senatore Mascitelli, primo firmatario - prevede per l'acido solfidrico, estremamente velenoso, un limite di 30 ppm per l'industria petrolifera: cioè seimila volte superiore a quanto consigliato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e trentamila volte rispetto a quanto raccomandato negli Stati Uniti».
Il gruppo dell'Idv chiederà al Governo di adeguare la normativa (il DM 12 luglio 1990) a quanto raccomandato dall'OMS, «oltre ad adottare tutte le possibili iniziative per salvaguardare le popolazioni residenti nelle aree dove ci sono attività estrattive, di lavorazione e di stoccaggio di prodotti petroliferi».
Il partito ha anche presentato una serie di emendamenti al Decreto Collegato sull'Energia «per evitare l'estromissione della Regione», spiega Mascitelli, «prevista dalla proposta di Governo, dalle procedure di autorizzazione alla perforazione per la ricerca di idrocarburi ed evitare che la nuova normativa si applichi anche ai procedimenti in corso».
«Non vogliamo consentire - ha concluso il senatore dell'Idv - facili alibi e scappatoie a chi, a parole, dice di essere contrario al Centro Oli, sperando poi che sia il Governo centrale a farsi carico delle responsabilità di portarlo avanti».

04/02/2009 9.50