Comune di Pescasseroli: in attesa delle nuove deleghe

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2649

PESCASSEROLI. «Tutti i cittadini di Pescasseroli e l'opposizione in Consiglio comunale sono in attesa che la maggioranza si decida ad accomodare le proprie cose».

Lo afferma Silvano Di Pirro, consigliere comunale di opposizione e segretario del circolo del Partito della Rifondazione Comunista, sul ritardo nella ridistribuzione delle deleghe assessorili dopo che il sindaco, Nunzio Finamore, le ha ritirate la settimana scorsa, aprendo formalmente la crisi. «Forse quando avranno deciso provvederanno, finalmente, a comunicare la nuova giunta municipale», ha detto il consigliere che denuncia la «paralisi» del Comune.
Una paralisi «scaturita dalle beghe personali della maggioranza - continua Di Pirro - con ognuno di loro che deve tirare acqua al proprio mulino. Esempio è la reiterata richiesta da parte di alcuni consiglieri in merito all'apertura della porta di un supermercato su un'area pubblica, un lotto classificato in 'B2', ad elevato valore economico, autorizzazione che se passasse vedrebbe l'intera collettività spoliata di un bene valutato oltre 200 mila euro».
«Non e' cambiato nulla rispetto alla precedente compagine politica - continua Di Pirro - ma entrambi hanno dimenticato il valore della gestione della cosa pubblica secondo i principi dell'efficienza e della trasparenza. La mia posizione in Consiglio, al di la di ogni nuovo assetto della giunta - conclude Di Pirro - sarà di totale intransigenza verso ogni punto all'ordine del giorno, uno sbarramento volto a tutelare gli interessi della comunità pescasserolese».

27/01/2009 9.14