Antonio Verini: «Sempre più inquietanti i misteri di Marzetti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2672

L’AQUILA. «Sono troppi i misteri della gestione Marzetti. Su questi misteri – dice Antonio Verini, candidato alle regionali nella lista Rialzati Abruzzo per Chiodi presidente - ho interrogato più volte la Giunta ed il Consiglio Regionale, senza ottenere alcuna risposta».
«Nulla è dato sapere sulle nomine apicali della Asl, nulla sui continui lavori al San Salvatore, nulla di nulla. A pochi giorni dalle elezioni, Marzetti continua nella sua gestione disinvolta, fatta soprattutto di tagli. Basta vedere lo stato della Sanità aquilana per rendersene conto, mentre – continua Verini - la vicenda dell'alienazione degli immobili Asl è un palese esempio di gestione disinvolta su cui andremo fino in fondo interessando la Magistratura e la Corte dei Conti. Una vendita (ma sarebbe meglio dire svendita) sono troppi gli interrogativi senza risposta».
Ma per Antonio Verini sono tanti i misteri ancora fitti sul patrimonio della Asl dell'Aquila.
«Mi piacerebbe sapere, a me come a tanti aquilani, - ribadisce Verini - che fine hanno fatto i soldi ricavati dalla vendita degli immobili all'Accademia dell'Immagine, visto che in base alla normativa vigente, il ricavato di quella vendita deve restare a disposizione dei malati psichici, e non può rientrare nel calderone regionale. E poi ancora, dove sono i soldi del vecchio S.Salvatore venduto all'Università? Non comprendo perché L'Aquila deve pagare più degli altri per ripianare i buchi finanziari della sanità, pur avendo prodotto un minor debito rispetto alle altre Asl abruzzesi». «Questi due casi (vecchio Ospedale e Accademia) - sottolinea Verini - indicano inoltre che le alienazioni immobiliari alla Asl non sono mai state trasparenti e quindi non è questo il momento per procedere di fatto ad un'altra ulteriore svendita dei beni della Asl dell'Aquila. Per questi motivi diffido Marzetti dal procedere alla vendita del patrimonio immobiliare della Asl - continua Verini – fino a quando non sarà fatta la dovuta chiarezza sui troppi misteri delle precedenti alienazioni. Vendere oggi, sotto elezioni, è del tutto fuori luogo, anche perché la Sanità è commissariata».
Verini per l'ennesima volta chiede allora al manager Asl di sospendere immediatamente l'operazione di vendita degli immobili di proprietà della Asl dell'Aquila lasciando i lcompito al prossimo manager ed il prossimo governo regionale «a gestire l'operazione nella dovuta trasparenza, ammesso che la vendita debba essere fatta».
01/12/2008 13.46