Berlusconi nel fine settimana a Teramo (forse). Oggi arriva Veltroni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2282

TERAMO. La data del voto è incerta e anche l'arrivo di Silvio Berlusconi potrebbe slittare. Intanto il Pdl sta organizzando nei dettagli (comfort compresi) l'arrivo del presidente del consiglio.


TERAMO. La data del voto è incerta e anche l'arrivo di Silvio Berlusconi potrebbe slittare. Intanto il Pdl sta organizzando nei dettagli (comfort compresi) l'arrivo del presidente del consiglio.
L'idea è quella di una specie di maratona elettorale: due giorni in Abruzzo per Berlusconi il prossimo fine settimana, salvo rinvii dell'ultima ora collegati alla data delle elezioni.
Per il presidente del consiglio si starebbe pensando una sistemazione d'alta classe al Relais 'Corte dei Tini' a Villa Vomano (nella foto), situato in un nobile casale del '700.
L'intera struttura ricorda il centro Messegue di Todi, dove il premier soggiornò lo scorso settembre per un paio di giorni di relax.
Infatti è composta da poche camere, in tutto 14, e due suite. L'intero complesso per 36 ore potrebbe diventare il quartier generale di Berlusconi, atteso, al momento, per il pomeriggio di sabato. E non è
escluso che il presidente del Consiglio incontri lì la stampa, mentre è certo che in serata, se sarà tutto confermato, presso il ristorante del relais ci sarà una cena di autofinanziamento del Pdl.
E oggi, sempre a Teramo (diventata città chiave di questa tornata elettorale) arriverà anche Walter Veltroni. L'appuntamento è alle 21 presso il Cine Teatro Comunale per la prima manifestazione.
L'iniziativa e' stata illustrata dal vice segretario regionale del Pd Abruzzo Stefania Misticoni, nel corso della conferenza stampa.
Il partito ha sottolineato «il valore di questa prima presenza di Walter Veltroni in una realtà dove la sfida per il governo della Regione Abruzzo e' particolarmente combattuta».
La manifestazione, cui sono stati invitati tutti i candidati della coalizione di centrosinistra della provincia di Teramo, sarà presentata dal presidente della Provincia Ernino D'Agostino; seguiranno gli interventi di Franco Marini, senatore Pd, del candidato presidente Carlo Costantini e del segretario nazionale Walter Veltroni.
Alle elezioni abruzzesi, secondo il segretario nazionale di Rifondazione comunista, Paolo Ferrero, «si torna all'antico, con il Pd nuovamente alleato con le sinistre ed in più l'Idv».
«E' un esperimento buono per l'Abruzzo - ha detto ieri all'Aquila -
perché dopo quello che è successo c'era bisogno di una ventata di
moralità e di qualificare bene quali sono i programmi».

20/11/2008 9.54