Centro Oli: «la Regione ha già detto il suo no»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1619

ORTONA. Nei giorni scorsi il presidente di Confindustria Abruzzo, Calogero Marrollo in una lettera aperta indirizzata al presidente vicario Paolini, aveva chiesto alla Regione di esprimere la sua posizione in merito al centro oli.
La risposta è arrivata invece da Camillo D'Alessndro, consigliere regionale e vice segretario regionale del Pd: «la Regione Abruzzo ha già espresso il suo 'no' all'insediamento con una legge regionale approvata con un solo voto contrario: forze politiche di centrodestra e centrosinistra, i sindaci attraverso l'Anci, la stessa Chiesa si sono espressi contro quell'insediamento».
Gli unici a volerlo, insomma, restano gli amministratori di Ortona. E si ricorderà anche come Del Turco spingesse per la sua realizzazione, così come il segretario Lamberto Quarta che ha sempre ribadito il pericolo di un mega risarcimento danni da dare all'Eni nel caso in cui il progetto fosse stato cancellato.
Sul Centro oli di Ortona, la Cgil Abruzzo chiede un incontro con l'Anci regionale.
«La Cgil - spiega il sindacato in una nota - ritiene che la decisione sulla opportunita' di realizzare l'impianto di desulfurizzazione vada collocata all'interno di una valutazione piu' generale sull'impatto che lo stesso proietterebbe sulle prospettive e sul modello di sviluppo dell'intera area».
Per quanto riguarda le modifiche da apportare alla legge, per superare alcuni problemi, «il Consiglio Regionale», ha precisato D'Alessandro, «già dalla prossima seduta potrà intervenire lavorando ad una mia proposta già presentata. Si tratta di meglio indirizzare gli effetti della legge alle sole attività che svolgono ricerca, coltivazione e lavorazione di idrocarburi, nonché attività legate a possibili insediamenti relativi ad impianti nucleari».
Cioé l'obiettivo sarebbe quello di evitare insediamenti di attività che per la loro natura determinano una profonda alterazione del territorio, della sua economia e della vocazione stessa della regione.


20/09/2008 14.44