La conferma di Balestrino innesca polemiche anche a Pianella

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1922

PIANELLA. E’ finito all’esame del Consiglio comunale di Pianella il ‘caso’ relativo alla conferma del manager della Asl di Pescara Balestrino nel proprio incarico.
A sollevare la vicenda sono state le forze di opposizione presentando, nell'odierna seduta, un'interpellanza nel merito. «Comprendiamo l'ovvia e inevitabile contestazione prettamente politica della vicenda da parte della minoranza consiliare – ha affermato il sindaco Giorgio D'Ambrosio, replicando in aula -, che ci ha rimproverato di non aver ‘bocciato e mandato a casa il manager' nel corso dell'ultima seduta del Comitato ristretto dei sindaci. Forse, però, l'opposizione, non ha ben letto il verbale relativo a quella seduta del Comitato il quale non ha solo confermato l'incarico al dottor Balestrino, ma ha sollevato alcune perplessità stimolando il manager a proseguire nell'opera di risanamento della sanità regionale».
«La verità», continua D'Ambrosio, «è che se oggi Pescara, la sua provincia, e l'intera regione si ritrovano con un pesante deficit che impone ai manager tagli drastici è colpa di un'intera classe politica regionale, senza alcuna distinzione di casacca, che non ha messo a disposizione di tutti i manager delle Asl i mezzi necessari per garantire servizi e prestazioni a tutto campo».
Il sindaco ricorda come «Pianella, come il resto della provincia, ha dei problemi che la stessa maggioranza di governo ha affrontato mesi fa, a partire dal Distretto sanitario sul quale abbiamo aperto un confronto con Balestrino sollecitando tre interventi specifici: avviare la ristrutturazione della sede, attivare il servizio del 118 e potenziare i servizi già esistenti, conditio sine qua non per ipotizzare un incremento delle prestazioni erogate presso la nostra struttura territoriale».
Nel merito lo stesso assessore alle politiche sociali Giuseppe Nepa «ha intrapreso una fitta corrispondenza con lo stesso manager Balestrino – ha ricordato ancora il sindaco D'Ambrosio -. Mesi fa il direttore generale aveva anche effettuato un sopralluogo presso il Distretto sanitario di Pianella per verificare personalmente i problemi segnalati. La prossima settimana avremo un incontro formale con lo stesso Direttore per definire la fattibilità dei progetti. La mia maggioranza di Governo preferisce da sempre il dialogo e il confronto allo scontro per risolvere i problemi”.
Il Consiglio comunale ha poi approvato le tre delibere all'ordine del giorno per la ratifica di alcune variazioni di bilancio».

VARIAZIONE DI BILANCIO


Un'altra polemica c'è stata anche con l'approvazione della variazione di bilancio. Il gruppo di opposizione “Rinasce Pianella” ha contesato il fatto che «in soli quattro mesi dall'approvazione si è giunti già alla settima variazione».
Secondo il capogruppo della minoranza Sandro Marinelli «nessuna di queste deliberazioni presentava i requisiti di necessità e d'urgenza richiesti dalla legge, ma si tratta evidentemente di un maldestro tentativo di correggere un bilancio di previsione approvato pochi giorni prima del voto con finalità evidentemente propagandistiche. Basti osservare - aggiunge Marinelli - che nell'ultimo Consiglio il sindaco ha fatto predisporre uno stanziamento di seimila euro per il proprio ufficio stampa tagliando i fondi previsti per la derattizzazione del centro storico di Pianella ed ha anche cancellato il capitolo di spesa relativo al progetto di ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri».

D'AMBROSIO:«LA MINORANZA DOVREBBE STUDIARE DI PIU' LA CARTE»

«Polemiche vuote e, soprattutto, mal documentate che fanno emergere, ancora una volta, semmai ve ne fosse bisogno, la scarsa conoscenza del territorio e delle sue necessità. Sono quelle del gruppo di minoranza in Consiglio comunale: è vero che nell'ultima seduta l'Assemblea ha approvato tre variazioni di bilancio, non è vero che sono stati tagliati i fondi per la derattizzazione e per la nuova Caserma dei Carabinieri, basta leggere carte e progetti».
E' la replica del sindaco di Pianella Giorgio D'Ambrosio alle ultime accuse lanciate dalla minoranza consiliare sui provvedimenti adottati dal Consiglio comunale.
«Non è vero che l'amministrazione ha tagliato i fondi destinati alla derattizzazione del centro storico di Pianella – ha meglio puntualizzato il sindaco D'Ambrosio -: disinfestazione e derattizzazione del capoluogo e delle frazioni vengono svolte con interventi costanti e periodici. Vero è che abbiamo adeguato il bilancio di previsione alla spesa che effettivamente andremo a sostenere: in altre parole, e lo dovrebbe comprendere anche un amministratore poco esperto, nel bilancio di previsione avevamo previsto una somma superiore rispetto a quella che effettivamente andremo a spendere sino al 31 dicembre 2008, dunque abbiamo potuto recuperare delle economie, senza però nulla togliere al servizio e senza ridurre il numero o la qualità degli interventi già previsti in calendario».
E ancora: «Non comprendiamo dove la minoranza abbia letto o visto che in bilancio è stato addirittura ‘cancellato' il capitolo di spesa relativo alla ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri – ha ancora affermato il sindaco D'Ambrosio -: la progettazione, anzi, è già partita e contiamo di portare a termine l'intervento nel giro di brevissimo tempo. E' vero che, nel corso degli ultimi mesi, la maggioranza ha avuto la necessità di effettuare delle minime variazioni finanziarie, ma solo per meglio adeguare il bilancio di previsione alle linee programmatiche di quella proposta di governo per il quale i cittadini di Pianella ci hanno votato e riconfermato la propria fiducia. Ed è anche vero che una delle variazioni ha interessato l'Ufficio stampa, un Organismo che riteniamo indispensabile per agevolare la comunicazione tra un'amministrazione matura e trasparente e i cittadini che amministra».

17/09/2008 14.37