Polizia provinciale: «auto e divise d'ordinanza troppo vecchie»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2419

CHIETI. Il Corpo della Polizia Provinciale di Chieti ha un organico ridottissimo rispetto ai compiti che gli sono affidati e non ha mezzi adeguati per poter operare. La denuncia arriva dalle fila di Alleanza Nazionale.

I consiglieri provinciali parlano di auto, «ormai vecchie», ma anche delle divise di ordinanza.
Delineano «una condizione di disagio» della quale si fa interprete il consigliere provinciale Mario Ciarrapico che ha presentato un'interrogazione al presidente della Provincia, nonché assessore al
personale, Tommaso Coletti.
L'esponente di An chiede al presidente Coletti di sapere da quante unità è composta la Polizia Provinciale, se il numero degli uomini è soddisfacente per svolgere i compiti che sono loro affidati, se il personale in servizio è sufficiente a coprire l'intero territorio di una provincia formata da 104 Comuni, se le autovetture in dotazione alla Polizia Provinciale sono sufficienti per uomini impegnati in un servizio che copre l'intero territorio.
Secondo Ciarrapico, inoltre, l'uniforme non è più decorosa e andrebbe rinnovata, al pari di quanto avviene nei corpi di Polizia Provinciale del resto d'Italia.
Infine Ciarrapico chiede di sapere quanti sono i verbali in materia di inquinamento ambientale elevati dalla Polizia Provinciale nel corso dei controlli eseguiti.
09/09/2008 11.59