Nannarone:«subito il gruppo di coordinamento per le crisi della Valle Peligna»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4120


L'AQUILA. Subito una convocazione urgente del Gruppo di coordinamento per le crisi della Valle peligna e Alto Sangro. È quanto è tornata a chiedere l'assessore provinciale Teresa Nannarone, con una nuova nota al Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, per affrontare l'ennesima crisi industriale del territorio, la SABA.
La precedente richiesta dello scorso 16 maggio non ha infatti avuto tuttora riscontro.
«L'impellenza di tale richiesta – si legge nella nota dell'assessore
provinciale- condivisa anche da Confindustria e dalle Organizzazioni Sindacali, è dovuta al fatto che si è verificata purtroppo l'ennesima emergenza occupazionale. La Ceramica Saba S.p.A., stabilimento industriale per la produzione di piastrelle ceramiche, di Raiano, ha stabilito di cessare l'attività alla fine del 2008».
La decisione, che comporterà il licenziamento di oltre 100 lavoratori, «rappresenta un ulteriore colpo», continua Nannarone, «inferto ad un territorio che da troppo tempo spera di uscire da una crisi economica e sociale ormai non più sostenibile».
La proprietà, ha presentato un progetto di ristrutturazione ed un piano economico che, se attuato, comporterebbe la salvezza del sito e degli occupati. «Siamo perciò a sollecitare nuovamente un incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico, in modo tale da dare continuità al lavoro svolto ed evitare che le aspettative di un intero territorio cadano nel vuoto».
L'assessore Nannarone ha inoltre rivolto un appello agli onorevoli Giovanni Lolli e Paola Pelino di farsi portavoce delle istanze del territorio peligno, sollecitando il governo ad interessarsi di tutte le crisi aziendali della Valle Peligna.


01/08/2008 15.27