Il Senato non approva, L’Aquila perde 360 mln di euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2515

L’AQUILA. «La bocciatura degli emendamenti è un duro schiaffo al territorio». Questo il commento della presidente della Provincia dell’Aquila, Pezzopane, dopo aver appreso che la Commissione Bilancio del Senato, con 23 voti contrari e 20 favorevoli, ha respinto gli emendamenti per il territorio. BOCCIATO ANCHE L'EMENDAMENTO FINMEK
Si chiedeva di ripristinare 180 milioni in provincia dell'Aquila, 168 per la tratta ferroviaria Avezzano Roma e 12 milioni di euro per la metropolitana di superficie a L'Aquila ma gli emendamenti non sono passati.
Dalle notizie apprese dalla presidente Pezzopane, in continuo contatto con il senatore Lusi, i senatori firmatari dell'emendamento presenteranno in Aula un ordine del giorno dello stesso tenore.
«Gli emendamenti non sono passati per pochi voti e la cosa vergognosa è che a sferrare il colpo mortale ancora una volta sono stati i senatori abruzzesi del PdL. Il senatore Tancredi ha votato contro e il senatore Di Stefano non era presente al momento del voto. Un atteggiamento inqualificabile. Il loro contributo sarebbe stato determinante, ma i senatori del centrodestra hanno preferito ascoltare i diktat di partito e rimanere sordi alle istanze del territorio che rappresentano».
È un colpo basso per i pendolari, per il territorio, per tutte le istituzioni che hanno ingaggiato e sostenuto una battaglia, che non aveva bandiere, se non quelle dell'Abruzzo.
Un solo rammarico per Pezzopane: «il silenzio e la distanza dei Sindaci di Avezzano e Sulmona, a cui forse è sfuggito l'importanza e la portata dei provvedimenti ai fini dello sviluppo del territorio. Li invito a far parte del Comitato permanente, con cui insieme agli altri continueremo a chiedere il ripristino dei fondi, per dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini».
Nei giorni scorsi la presidente Pezzopane aveva chiamato a raccolta i sindaci del territorio, cui aveva chiesto di sottoscrivere un appello rivolto ai Senatori della quinta e della sesta Commissione permanente del Senato (rispettivamente Commissione Bilancio e Commissione Finanze).

BOCCIATO ANCHE L'EMENDAMENTO FINMEK

Gli assessori della Provincia dell'Aquila Ermanno Giorgi e Teresa Nannarone esprimono «tutta la loro indignazione» nei confronti del Governo, che ha negato la cassa integrazione ai lavoratori Finmek di Sulmona e L'Aquila.
«Non ci sono parole per esprimere la nostra rabbia per il danno fatto ai lavoratori. Lo scorso giugno ci fu rivolto un invito, da parte di alcuni esponenti del centrodestra, a farci da parte».
«”Lasciate fare a noi”, ci dissero», ricordano oggi Giorgi e Nannarone, «perché voi del centrosinistra avete fallito. Noi invece risolveremo il problema a partire proprio dalla proroga della cassa integrazione..»
«Non si specula sulla pelle dei lavoratori», continuano imbufaliti i due consiglieri della Provincia, «non si fanno promesse, se poi non si muove un dito per mantenerle. Non si può accettare che i parlamentari firmatari degli emendamenti addirittura poi non li votino».
16/07/2008 13.40