La seggiovia di Scanno "transita" dalla Provincia al Comune

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1919




SCANNO. «Quando c'è ragionevolezza e collaborazione si può fare tutto. E' grazie a questi elementi preziosi che siamo arrivati, con l'attuale amministrazione comunale, ad avviare il passaggio di proprietà degli impianti sciistici di Scanno. Potrà finalmente rimettersi in moto la stagione turistica nella Valle del Sagittario, già da questa estate, con una benefica sferzata di energia per l'economia locale, di cui gli impianti sono volano. Un iter che con la passata amministrazione comunale era stato testardamente osteggiato».
E' il commento, della presidente Stefania Pezzopane e dell'assessore al Turismo Teresa Nannarone, che segue all'approvazione, da parte della Giunta Provinciale, della delibera con cui ieri è stato stabilito di cedere al Comune, in comodato d'uso, la seggiovia Scanno-Collerotondo.
Il provvedimento anticipa il passaggio di proprietà definitivo, ed è funzionale all'apertura della stagione estiva, per la quale il Comune si è, nel frattempo, già lodevolmente organizzato.
La storia è nota: la Provincia è proprietaria dell'impianto di arroccamento, dato in concessione della Società “Bacini sciistici di Scanno SPA”.
La concessione novennale è scaduta nell'agosto 2005 ed è pertanto tornata sotto la gestione della Provincia. Quest'ultima ha provveduto alla revisione speciale quinquennale degli impianti. Le prove tecniche per l'apertura al pubblico sono state effettuate nel luglio 2007. In seguito la Provincia ha invitato il Comune di Scanno a formalizzare l'interesse diretto o tramite la società “Bacino Turistico di Scanno e dell'Alta Valle del Sagittario” per la gestione successiva, chiedendo disponibilità tra l'altro, a rendere disponibile il rifugio con annessi servizi di proprietà comunale; particolare necessario all'agibilità per la fruizione pubblica.
Il funzionamento dell'impianto, oltre a garantire l'accesso al bacino sciistico, scongiura il degrado a cui potrebbe andare incontro a seguito di inattività.
L'affidamento odierno dell'impianto al Comune di Scanno è stato fatto nelle more del trasferimento definitivo, sul quale si sta cercando di accelerare per permettere una opportuna programmazione della stagione sciistica del prossimo inverno.

28/06/2008 8.06