Il Comitato ristretto dei sindaci approva il Bilancio della Asl di Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2639

PESCARA. Si è tenuto ieri pomeriggio, presso la Sala San Cetteo del Palazzo di Città di Pescara, l’incontro convocato dal sindaco di Pescara e presidente del Comitato Ristretto dei Sindaci della Asl, Luciano D’Alfonso, dedicato all’esame del bilancio di esercizio della Asl di Pescara relativo al 2007.
Alla riunione hanno partecipato il Direttore Generale della ASL, Antonio Balestrino e i Componenti del Comitato Ristretto dei Sindaci.
L'incontro è stato aperto dal Direttore Generale della Asl, Antonio Balestrino, che ha presentato le linee essenziali del documento di bilancio.
«Dall'analisi del documento», ha spiegato «si evince una forte tendenza al risanamento. La manovra finanziaria complessiva riferita all'annualità 2007 è pari a 485 milioni di euro. In particolare un dato significativo è rappresentato dal netto calo, rispetto al 2006, nella perdita di esercizio che è passata da 100 milioni di euro a 36 milioni di euro nel 2007».
Tra le voci di spesa il calo più significativo è quello relativo al personale non di ruolo che è passata da 4.729.000 del 2006 a 2.997.000 del 2007.
Il sindaco D'Alfonso, ha concordato con il manager la visione improntata al risanamento ed ha poi portato l'attenzione su alcuni dati come quello relativo alla spese di previsione per il contenzioso, «una premura di buon governo dimostrata da Balestrino».
Una proposta lanciata da D'Alfonso ha poi trovato l'approvazione dell'assemblea: la realizzazione di un Piano Strategico della sanità pescarese, che permetta di pianificare e affrontare anche nel medio e lungo termine i principali obiettivi del sistema sanitario locale.
«Il piano strategico» - ha sottolineato D'Alfonso – «permetterebbe alla Asl di pensare non solo al risanamento, ma anche al futuro del sistema sanitario pescarese, andando a toccare nodi strategici come quello relativo al rapporto fra i presidi, i distretti sanitari, e con i medici di base».
Al riguardo D'Alfonso ha comunicato la disponibilità dell'amministrazione comunale a fornire le risorse per la stesura del piano, coinvolgendo anche la Provincia di Pescara.
Dopo D'Alfonso sono intervenuti il sindaco di Popoli e vice presidente del Comitato Ristretto, Emidio Castricone, il sindaco di Tocco da Casauria, Rizziero Zaccagnini, il sindaco di Penne, Donato Di Marcoberardino, il sindaco di Spoltore, Enzo Ranghelli.
Il bilancio presentato da Balestrino è stato approvato da tutti i presenti, che hanno condiviso la proposta di D'Alfonso di realizzare un piano strategico della sanità pescarese concordato e definito coinvolgendo il Comitato Ristretto e che «tenga conto delle esigenze di risanamento del sistema sanitario e delle priorità da conseguire per il futuro».

11/06/2008 8.32


LA SINTESI DI BILANCIO 2007 DELLA ASL DI PESCARA