Nicolino Di Quinzio, il sindaco di Francavilla che promette cambiamenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3702

Nicolino Di Quinzio, il sindaco di Francavilla che promette cambiamenti
FRANCAVILLA AL MARE. Con il 53% dei voti Nicolino Di Quinzio ha portato a casa la vittoria. Il Pd quindi mette da parte un altro risultato positivo, dopo quello del vicino di Pescara Luciano D'Alfonso.  
Soddisfatto e motivato il neo eletto che già da questa mattina si recherà in Comune per cominciare il suo mandato. Ha ringraziato tutti gli amici che lo hanno sostenuto ed aiutato in una campagna elettorale non facile che ha avuto «a volte toni eccessivi».
Alla vigilia dello scrutinio era tranquillo, aveva previsto in fondo il successo arrivato con il ballottaggio.
Fondamentale per questa vittoria anche l'apparentamento con l'Udc di Carlo De Felice che ha deciso di stare con il centrosinistra a causa di «visioni che non combaciano» con il centrodestra.
Ma guai a chiamare De Felice "traditore": «sono loro che ci hanno delusi non noi che li abbiamo traditi».
Da Pescara sono arrivati i primi auguri, quelli del sindaco D'Alfonso, nonché segretario regionale del Pd, che ha sottolineato «la validità delle primarie nell'individuazione dei candidati. Un metodo che ha funzionato in pieno con la scelta di Nicolino Di Quinzio, condiviso dall'elettorato che gli ha tributato una percentuale importante, facendolo diventare un sindaco più che rappresentativo del consenso cittadino».
Per il sindaco il risultato «dimostra un radicamento e un'affermazione non trascurabili delle forze di centrosinistra e del partito Democratico in Abruzzo. E' un dato di affermazione e credibilità delle classi dirigenti che sono un patrimonio formidabile su cui continuare a chiedere la fiducia degli abruzzesi e insediare e far crescere il progetto politico del Pd».
«E' un risultato straordinario e di forte valenza politica», ha commentato anche il senatore Legnini.
«L'alleanza PD - Italia dei Valori e l'apparentamento con l'UDC di Carlo De Felice, con il Partito Socialista e le liste civiche, hanno consentito una vittoria elettorale netta, tanto più importante perché insperata alla vigilia e di forte cambiamento dei consolidati assetti politico - amministrativi della città».
Anche l'ex sindaco Roberto Angelucci ha augurato buon lavoro al suo successore, nonostante appartenga ad uno schieramento politico opposto. «Spero che vorrà bene a Francavilla come gliene ho voluto io», ha detto.
Angelucci esce così definitivamente di scena nel panorama della politica comunale: aveva infatti deciso di non candidarsi nemmeno a consigliere comunale: «non volevo dare l'impressione di essere attaccato alla poltrona», ha spiegato, « e dopo 10 anni come primo cittadino forse era il caso che lasciassi posto a qualcun altro»

29/04/2008 11.21


[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=14742]CHE COSA VUOLE FARE[/url]