Profico (Sinistra Arcobaleno): «con noi partecipazione della gente alla politica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1947

Profico (Sinistra Arcobaleno): «con noi partecipazione della gente alla politica
PAROLA AI CANDIDATI. PESCARA. 65 anni,coniugato con Agnese De Nardis, hanno 5 figli e 4 nipoti. Al primo turno la Sinistra Arcobaleno correrà da sola ma ha già fatto sapere che al ballottaggio sosterrà il candidato del Pd Luciano D'Alfonso.      
Pensionato della Banca d'Italia, dove ha lavorato dal 1968 dopo regolare concorso, con attività amministrativa, contabile, formativa , di vigilanza sulle aziende di credito, di ricerca economica. Punto di Forza: questa sinistra ha dei principi fissi e sembra non disposta a barattarli. Punto di debolezza: lasciata fuori dal Pd, dovrà faticare parecchio.


Come mai la decisione di candidarsi a sindaco?
«La decisione sulla candidatura non è stata mia ma collegiale nel gruppo costituente Pescarese de "La Sinistra-L'Arcobaleno" (Rifondazione comunista, Verdi, Comunisti Italiani, Sinistra
Democratica e rappresentanti di movimenti, personalità, singolo)».

Perchè i cittadini dovrebbero votare per la sua lista?
«I cittadini dovrebbero votare la nostra lista perchè, dopo lo spostamento al centro del Partito Democratico, rappresentiamo i valori di fondo della sinistra in generale e nella politica locale. Il voto alla nostra lista è indispensabile per perseguire in città i nostri punti programmatici portanti».

Quali sono le esigenze più sentite dai cittadini che ha incontrato e quali le vostre priorità?
«In questo inizio di campagne elettorale, avverto che le esigenze più sentite dalla cittadinanza coincidono fortemente col nostro programma, che è così riassumibile: servizi sociali (Pescara è al 96° posto tra le città capoluogo per spesa procapite per il sociale, solo 90,1 euro; ambiente (la raccolta differenziata è solo al 14%, meno della media regionale già bassa!); partecipazione reale e Consigli di Quartiere: finora deserto totale! beni comuni (acqua e sanità al primo posto! Pescara è ricca di "cose" ma con forti squilibri territoriali e sociali, con poca attenzione alle persone ed all'ambiente».

A quale risultato punta la sua lista e quale concorrente teme di più?
La nostra lista punta a superare il 10%, ma ...pronti ad essere smentiti per difetto. Come concorrente, temo di più l'inflazione di slogan, cene, ecc. Auspico vivamente una serena campagna elettorale di dialogo e proposta.

Secondo lei la politica è in crisi?
«La politica ha raggiunto livelli di crisi se non di rigetto totale in misura proprio preoccupante per l'avvenire della nostra democrazia. Il livello locale è il terreno di base per la rinascita della Politica con l'iniziale maiuscola, nella direzione della partecipazione, legalità, trasparenza, sobrietà ed affidabilità».

Come intende sfruttare le nuove tecnologie in un suo futuro mandato?
«Le nuove tecnologia sono fondamentali ai fini documentali e partecipativi, oltre che nei servizi
offerti ai cittadini. Dobbiamo muoverci in questo senso».

04/04/2008 17.21

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=parola+ai+candidati&mid=6&action=showall&andor=exact]CHE COSA HANNO RISPOSTO GLI ALTRI CANDIDATI SINDACO[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=14431]TUTTI I NOMI DEI CANDIDATI[/url]