Dc riammessa. Elezioni rinviate?

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1675

VERSO IL VOTO. «Il Consiglio di Stato ha giudicato illegittima l’esclusione della lista della Democrazia Cristiana dalle prossime elezioni, così come deciso dal Ministero dell'Interno». Soddisfazione del commissario provinciale e candidato sindaco di Pescara Massimo Pietrangeli: «giustizia è stata fatta».
«Domani stesso – ha spiegato il segretario nazionale Pizza - presenteremo al Ministero dell'Interno l'Ordinanza del Consiglio di Stato per essere riammessi sulle schede da cui il glorioso simbolo dello Scudo Crociato - Libertas era stato proditoriamente escluso, sulla base solo di decisioni politiche di parte».
Adesso, spetta al Governo ed al Ministro Amato rimettere il partito in condizione di svolgere la campagna elettorale, al pari di tutti gli altri partiti.
«Restiamo convinti - ha aggiunto Pizza - che molto non funzioni nel sistema politico- istituzionale».
«Giustizia è stata fatta», ha commentato il commissario provinciale di Pescara Massimo Pietrangeli. «Tale decisione non ha precedenti, e rende giustizia di un vero e proprio arbitrio consumato ai nostri danni per fini meramente politici».
Adesso spetta al Viminale prendere decisioni e non è escluso che la data delle elezioni possa slittare per mettere il partito della Dc in grado di recuperare il tempo perso.
«A noi - ha spiegato il ministro Amato- stamane viene comunicata una decisione cautelare che potrebbe essere modificata dal giudizio di merito per la riammissione di un simbolo e quindi la presentazione di una lista - ha sottolineato ancora il ministro - questa è una procedura non prevista dalla legge elettorale che può avere tempi indefiniti, alla quale tuttavia bisogna conformarsi, e quindi al momento non posso escludere che essa comporti un rinvio della data delle elezioni».
Su un possibile slittamento delle votazioni si sono espressi sia Berlusconi che Veltroni.

CIRCOSCRIZIONE ABRUZZO, SENATO

1. Aniello Di Vuollo
2. Massimo Pietrangeli
3. Nando Racciatti
4. Graziella Duca
5. Pietro Verì
6. Marco Bordi
7. Marco Romano

02/04/2008 16.21

IL VIMINALE RICORRERE

Il ministero dell'Interno ha dato incarico all'Avvocatura dello Stato di proporre ricorso alle sezioni unite della Corte di Cassazione per regolamento preventivo di giurisdizione perché sia risolta una volta per tutte la questione della competenza a giudicare sul processo elettorale.

Il Viminale ha altresì incaricato l'Avvocatura di avanzare istanza di revoca dell'ordinanza emessa dalla V sezione del Consiglio di Stato in relazione alla lista della Democrazia Cristiana essendo ormai iniziato il procedimento elettorale.
02/04/2008 21.06