13- 14 aprile: «alle urne per protestare, non per votare»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1764

VASTO. Si è costituito a Vasto il Comitato "Io non voto!". Obiettivo è quello di mettere in atto una serie di iniziative di protesta civile contro la Legge Elettorale per l'elezione di Camera e Senato.
«La legge elettorale», spiegano gli organizzatori del movimento Claudio Zimarino e Pasquale Morone, «varata al termine del governo di centrodestra, nonostante le promesse pre elettorali, non è stata modificata dal successivo governo di centrosinistra».
Secondo il comitato (che sostiene che ci sarebbe una «chiara violazione dei principi democratici universali ed è contraria allo spirito della Costituzione Italiana») l'unico modo per protestare è «astenersi dal voto».
Il Comitato suggerisce in particolare di «presentarsi al seggio e rifiutare la scheda elettorale facendo verbalizzare nel contempo una dichiarazione di protesta nei confronti di questa Legge per i motivi di cui sopra e chiedendo l'annullamento delle elezioni; il Segretario di seggio è tenuto per legge a verbalizzare tale dichiarazione, pena la reclusione (art 104 DPR 361/1957 e successive modifiche)».
In questo modo la Camera dei Deputati «dovrà esprimere giudizio definitivo sulle contestazioni ed i reclami provenienti dai seggi elettorali (art. 87 DPR 361/1957 e successive modifiche)».


31/03/2008 10.20