L'Aquila, nel bilancio di previsione «anche scelte dolorose per il Comune»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1365

TUTTI I NUMERI. L'AQUILA. Ieri il consiglio comunale dell'Aquila ha approvato il bilancio di Previsione 2008, il primo vero atto di programmazione economico finanziario che l'amministrazione Cialente si trova a proporre e discutere in Consiglio Comunale.
Il voto è avvenuto dopo l'una di stamani. Lo strumento finanziario ha avuto il via libera all'unanimità dei presenti. Hanno votato a favore i 26 consiglieri presenti in aula dei gruppi Pd, Udeur, Sd, Impegno per L'Aquila, L'Aquila città unita, Dc, Idv, Sdi, Prc, Socialisti riformisti.
Il movimento complessivo del bilancio si attesta sui 90 milioni di euro circa, cifra che costituisce il totale generale delle entrate e delle uscite.

«L'eredità trovata», ha assicurato il gruppo consiliare della Sinistra Democratica, guidata da Giustino Masciocco e Giuseppe Bernardi «purtroppo, non permette di prendere subito in considerazione quanto riportato e previsto dal programma di mandato del sindaco. Comunque, si è voluto dare un forte segnale ai cittadini riguardo la gestione delle nostre finanze».
Cinque le linee di indirizzo fondamentali tra le quali: la riduzione della pressione fiscale, prudenza nelle previsioni di entrate derivanti da accertamenti fiscali, ripristino degli stanziamenti alle S.p.A a capitale pubblico, assegnazione di fondi con gestione diretta delle circoscrizioni e il monitoraggio costante e continuo delle entrate e dei progetti riguardanti la spesa corrente e la spesa per investimenti. E dal Comune ammettono: «non sono state tutte scelte compiute in maniera indolore».

CONSIGLIO COMUNALE SUL BILANCIO, SI' A 30 EMENDAMENTI

Trenta emendamenti al bilancio di previsione 2008 del Comune dell'Aquila hanno avuto il via libera dall'aula, nel corso della seduta che si è conclusa dopo l'una di stamani con l'approvazione dello strumento finanziario.
La gran parte di tali variazioni – tutte proposte dal sindaco Massimo Cialente, alcune unitamente all'assessore ai Lavori pubblici, Ermanno Lisi, altre all'assessore all'Ambiente, David Filieri - prevedono investimenti per opere pubbliche per complessivi 4 milioni di euro, grazie anche a finanziamenti quali quelli della Regione Abruzzo, della Comunità montana Amiternina e dell'amministrazione separata dei beni di uso civico di Paganica e San Gregorio.
In particolare, è stata inserita la spesa per la revisione generale del ventesimo anno della funivia del Gran Sasso (130.000 euro), la realizzazione del programma straordinario dell'edilizia residenziale pubblica (circa 700.000 euro), la riqualificazione di piazza d'Armi e il potenziamento delle infrastrutture viarie dei quartieri vicini (300.000 euro, che si aggiungono ai 2 milioni e 230mila euro messi a disposizione dalla Regione), e per la messa in sicurezza e gli adeguamenti delle scuole elementare di San Sisto, elementare e materna di Colle San Giacomo e materna di Pettino (complessivi 300.000 euro). Previsti anche interventi per la sistemazione di via Piccinini e di piazza San Sisto, l'acquisizione dei fondi dall'amministrazione separata per la realizzazione del marciapiede a servizio della frazione di San Gregorio e lo spostamento del varco elettronico da via Assergi a via del Grifo.
Con un project financing da 2 milioni di euro è stata inserita la realizzazione di un parcheggio a Centi Colella nel piano triennale delle opere pubbliche. E' stato inoltre dato atto della liquidazione, dalla comunità montana Amiternina in favore del Comune, di circa 155mila euro per la riqualificazione della fascia fluviale dell'Aterno.
Via libera anche all'emendamento del consigliere Emanuele Imprudente (Idc) per lo stanziamento di 40mila euro per interventi straordinari alla pineta di Roio, allo scopo di prevenire eventuali incendi.
Diecimila euro sono stati invece inseriti nello strumento finanziario, su proposta del sindaco Cialente e dell'assessore alle Politiche sociali, Roberta Celi, per l'adesione del Comune alla fondazione Mirror, che ha lo scopo di radicare e sviluppare in Italia, e in Abruzzo in particolare, la cosiddetta “impresa della conoscenza” nei settori della formazione, neo impresa, sviluppo sostenibile, autonomia energetica, agrindustria e nella promozione di iniziative e progetti culturali per i giovani e la crescita culturale.

RIDUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE

Si favoriscono i redditi più bassi portando l'esenzione da 9.000 a 15.000 euro inserendo nella fascia di esenzione circa 8.400 cittadini che, sommati a quelli con reddito inferiore ai 9.000 euro, portano a più di 1/3 del totale i percettori di reddito Irpef in esenzione.
C'è stata inoltre la riduzione del 5% («prima volta in assoluto») della Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani.
«La situazione rifiuti la conosciamo tutti», hanno spiegato Masciocco e Bernardi. «L'aumento del costo di smaltimento ha raggiunto livelli intollerabili (nel 2007 euro 5.026.702) e per la prima volta si prevede di ridurre questo costo di 1.000.000 di euro nel corso dell'esercizio 2008».
Queste operazioni non sono state indolore per le entrate del Comune, «l'approvazione di quanto sopra indicato porterà una riduzione di gettito superiore ad 1milione di euro».

DIMINUZIONE ICI

E' stato ridistribuito l'aumento delle valutazione dei terreni soggetti ad ICI assumendo come base di contribuzione la superficie del lotto: sotto i lotti minimi si paga di meno, sopra i lotti minimi si paga di più.
Diminuita anche l'aliquota per le abitazioni che vengono affittate agli studenti con un controllo da parte dell'amministrazione.
«L'adesione prevista a questa facilitazione», hanno sottolineato Masciocco e Berardi, «seppur limitata, ricade positivamente sugli studenti fuori sede ma, potrebbe avere maggiore respiro nel caso l'ADSU sperimentasse ulteriormente il progetto iniziato quest'anno che riguarda l'affitto diretto di appartamenti con successiva assegnazione agli studenti in graduatoria».

PREVISIONI DI ENTRATA

Le previsioni di Entrate riguardanti il Titolo 1° (Entrate Tributarie) sono estremamente prudenziali.
RECUPERO I.C.I. : media ultimi 5 anni € 1.747.000 annui; previsione 2008: € 500.000
RECUPERO TARSU: media ultimi 5 anni € 1.697.000 annui; previsione 2008: € 250.000
Quindi tra le poste di entrate sono stati allocati soltanto importi pari al 22% della media degli anni precedenti.

Le previsioni di Entrate riguardanti il Titolo 3° (Entrate Extratributarie) evidenziano alcuni capitoli in diminuzione, alcuni in linea con quanto previsto negli esercizi scorsi, alcuni in leggero aumento , in dettaglio:

PROVENTI DA SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: media ultimi 5 anni € 1.320.000 annui; previsione 2008: € 1.100.000

PROVENTI EMISSIONE RUOLI COATTIVI MANCATO PAGAMENTO: media ultimi 5 anni € 807.000 annui; previsione 2008: € 1.000.000

UTILE NETTO DEL SERVIZIO FARMACEUTICO: media ultimi 5 anni € 243.000 annui; previsione 2008 € 262.000

Le previsioni di Entrate riguardanti il Titolo 4° (Entrate da Alienazioni, Trasf. Capital ecc) evidenziano ancora di più le stime prudenziali in particolar modo riguardanti:

RISCOSSIONE URBANIZZAZIONE SECONDARIA: media ultimi 5 anni € 1.568.000 annui; previsione 2008 € 1.250.000.

RISCOSSIONE CONDONO EDILIZIO: media ultimi 5 anni € 838.000 annui, previsione 2008 € 300.000

MONETIZZAZIONI AREE CEDUTE AL COMUNE: media ultimi 5 anni € 600.000 annui; previsione 2008 € 200.000

ONERI URBANIZZAZIONE EXTRA STANDARD: media ultimi 5 anni € 0; previsione 2008 € 300.000

RIPRISTINO DEGLI STANZIAMENTI ALLE S.p.A. A CAPITALE PUBBLICO

Nel corso degli ultimi anni, «il rapporto tra le società a capitale pubblico ed il Comune è sempre stato teso e rissoso», ha ricordato la Sinistra Democratica, «compromettendo, di fatto, la necessaria collaborazione per il miglioramento dei servizi e l'ottimizzazione dei costi».
L'apice della crisi tra il Comune e le S.p.A. si è avuto nell'esercizio 2006, infatti furono tagliati del 30% i trasferimenti. Adesso l'amministrazione ha ripristinato gran parte degli stanziamenti, nel 2008 si prevedono di trasferire le somme concordate in particolare:

A.S.M. AZIENDA SERVIZI MUNICIPALIZZATI
trasferimenti 2006 € 5.885.000; 2007 € 6.085.000; 2008 € 6.685.000
(oltre a trasferimenti straordinari per € 760.000 raccolta differenziata)

A.M.A. AZIENDA MOBILITÀ AQUILANA
trasferimenti 2006 € 1.622.000; 2007 € 2.222.000; 2008 € 2.173.000

CTGS CENTRO TURISTICO GRAN SASSO
trasferimenti 2006 € 260.732; 2007 € 260.732; 2008 € 260.732

SED SERVIZIO ELABORAZIONE DATI
trasferimenti 2006 € 1.215.000; 2007 € 1.412.000; 2008 € 1.294.000

A.S.I. AQUILANA SOCIETÀ IMMOBILIARE
trasferimenti 2006 € 40.000; 2007 € 40.000; 2008 € 40.000

A.F.M. AZIENDA FARMACEUTICA MUNICIPALIZZATA
utile previsto 2006 € 224.000; 2007 € 62.000; 2008 € 262.000

ASSEGNAZIONE DI FONDI CON GESTIONE DIRETTA DELLE CIRCOSCRIZIONI


Il programma di mandato prevedeva di assegnare alle Circoscrizioni l' 1% della spesa corrente, in questo primo bilancio di previsione non si è riusciti ad andare oltre lo 0,58% con € 30.000 a Circoscrizione (quattro volte superiore a quanto destinato precedentemente € 7.500). Queste somme possono essere spese su indicazione dei rispettivi Consigli che, entro fine maggio, dovrebbero comunicare agli uffici le loro richieste per permettere di predisporre le eventuali gare (complessive) per rendere gli interventi immediati, ovvero, sarebbe auspicabile appaltare le opere entro la fine dell'estate.

05/03/2008 10.28

ASSESSORE XIMENES: «ENTRATE TRIBUTARIE CALANO DEL 7%»

Le spese correnti, come ha riferito l'assessore alle Finanze, Anna Maria Ximenes durante l'illustrazione dello strumento finanziario, ammontano a 61 milioni di euro.
«Una percentuale altissima – ha commentato Ximenes – rispetto all'importo complessivo del bilancio, che fornisce un'idea chiara di come sia necessaria una gestione accorta e rigorosa delle risorse finanziarie della Municipalità».
In dettaglio, le entrate tributarie caleranno del 7% rispetto allo scorso anno, passando dai 41 milioni e 451mila euro della previsione definitiva del 2007 ai 38 milioni e 610mila della previsione 2008.
Quanto alla spesa, che viene contenuta del 5% a fronte di quella di un anno fa, 7 milioni e 346mila euro saranno impegnati per il sociale, 16 milioni e 523mila euro per l'ambiente e la gestione dei parchi (e' previsto un corposo intervento per la sistemazione di Parco del Sole), 5 milioni e mezzo per la viabilità e i trasporti e 1 milione e 320mila euro per la cultura.
Al turismo toccheranno circa 45mila euro «una cifra – ha spiegato l'assessore Ximenes – che ha un suo significato molto importante, visto che questo ufficio è attualmente inesistente all'interno del Comune e dovrà dunque essere ricostituito e dotato di strutture e fondi per poter operare al meglio». Sul fronte dei mutui, Ximenes ha parlato di un recupero di circa 3 milioni di euro e della possibilità di stipularne, nel 2008, per un importo di poco superiore ai 2 milioni di euro.
«Fondi – ha aggiunto – che ci permetteranno di stanziare finanziamenti quali 300mila euro per la riqualificazione dell'area di piazza d'Armi e 250mila per la ristrutturazione e la messa in sicurezza dell'autoparco comunale. Sarà inoltre cospicuo l'investimento per interventi e adeguamenti di scuole e asili».

ARDUINI (UDEUR): «AVREMO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO»

«L'approvazione del Bilancio di Previsione 2008 , così come previsto dalla legge finanziaria, consente il raggiungimento del riequilibrio finanziario per l'anno in corso – ha dichiarato il capogruppo Udeur Giampaolo Arduini, che ha aggiunto – Lo strumento finanziario, tuttavia, non offre certamente grandi margini di manovra, vista la rigidità delle spese fisse che ormai vincolano per oltre l'80% la disponibilità economica del Comune».
«Dipenderà anche dalla predisposizione a nuove forme di finanziamento pubblico e privato la possibilità per il Comune dell'Aquila di svolgere un ruolo diverso da quello passato, con la consapevolezza che non è stato e non sarà possibile giustificare facili avventure finanziarie nella pubblica amministrazione».

05/03/2008 14.08