Elezioni a Sulmona, il Pdl conferma Fabio Federico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2002

SULMONA. Finisce la telenovela del Popolo delle libertà sul nome del candidato sindaco a Palazzo San Francesco. Fabio Federico (AN) sarà lo sfidante ufficiale del Partito della Libertà per le prossime elezioni del 13 e 14 aprile. UDC fuori dalla coalizione, La Destra ai ferri corti.
Lunedì prossimo il quadro delle candidature sarà tutto più chiaro: nelle prossime ore dovrebbero sciogliere le riserve Terzo Polo e Sinistra Arcobaleno, mentre domenica 2 marzo sarà la volta delle primarie del Partito Democratico che deciderà il candidato unico tra Iannamorelli, Giannantonio e Lombardo.
Intanto, la notizia ufficiale è che il candidato presentato dall'inizio da Alleanza Nazionale sul tavolo del partito l'ha spuntata su tutti.
Fabio Federico, capogruppo di An e uomo di punta della formazione politica di destra, è il candidato sindaco ufficiale del Popolo della Libertà. Con più di qualche malumore, a partire da Forza Italia.
«Noi abbiamo fatto di tutto per far passare una candidatura del nostro movimento, presentando me stesso e anche Fernando Ciancarelli», ha detto a PrimaDaNoi, Nico Angelucci, coordinatore cittadino di Forza Italia, «ma la cosa non è stata gestita nel modo giusto. In questo qualcuno dovrà assumersi le dovute responsabilità».
Insomma, gli incontri di fuoco di questi giorni tra le componenti del centrodestra non hanno aiutato a tirar fuori dal cilindro quel nome «di sintesi» che accontentasse tutti. In primis La Destra, che appare sempre meno soddisfatta, come ammette lo stesso Angelucci, da un nome «sul quale si sta facendo ancora opera di convincimento».
Operazione difficile, visto che gli uomini di Fidio Bianchi, coordinatore locale del partito, sembrano già aver fatto quadrato attorno ad Emiliano Splendore per una sua candidatura a sindaco.
Nessuna possibilità neppure di recuperare «gli amici dell'Udc», ai quali Angelucci aveva più volte inviato l'appello a restare uniti nella corsa elettorale. «Fuori dai giochi», invece, almeno finora.
Un clima di tensione, dunque, attende la presentazione ufficiale di Fabio Federico a candidato sindaco (sabato, 1° marzo, alle ore 12, presso la Comunità Montana Peligna), anche se Nicola Angelucci tiene a precisare che «una volta scelto il candidato, il Popolo della libertà è chiamato ad un lavoro di convergenza e sostegno unitario», superando ogni possibile malumore.
«Al primo posto c'è la città che ha bisogno di uscire da questa situazione. Occorre rimettersi a lavorare-dice- ad un progetto stabile di governabilità».
Governabilità che sembra la parola d'ordine e su questo Angelucci non transige:«Coalizioni chiare dalla partenza e che arrivino sino alla fine dei cinque anni di mandato. Sulmona non può permettersi altre interruzioni».
Messaggio chiaro, dunque, anche per i movimenti della società civile, nella prospettiva che arrivino a «federarsi ai grandi poli» e a giocare una partita a viso aperto.

Angela Di Giorgio 29/02/2008 14.22