Prime idee per la variazione della bretella San Giovanni Teatino- Statale 602

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1380

PESCARA. Si è tenuta ieri mattina presso la Sala Giunta della Provincia di Pescara l'importante riunione al vertice tra i rappresentanti del Comune di Cepagatti e la Provincia di Pescara.
Ordine del giorno era la presa in considerazione della variazione del tracciato della bretella di collegamento tra lo svincolo del casello autostradale di San Giovanni Teatino e la Strada Statale 602.
Questo appuntamento è stato ottenuto grazie all'accordo conseguito in sede di Consiglio Provinciale il 12 novembre 2007, quando il Consigliere Leandro Verzulli portò nella "Sala dei Marmi" la mozione che precedentemente era stata presentata dall'assessore Valloreja al Consiglio Comunale di Cepagatti, votata ed approvata da quest'ultimo ente.
Nonostante l'importanza dell'evento, però, alcuni invitati hanno dato buca.
Il commissario Carlo Torlontano, ed il consigliere Camillo Sborgia infatti non si sono presentati.
Il primo perché non ha voluto farsi carico di nessuna responsabilità in merito a questa variazione, il secondo perché impegnato con la presidenza dell'Agroalimentare.
Sta di fatto che il vertice, sotto la supervisione del presidente Pino De Dominis, si è tenuto lo stesso. Il consigliere provinciale Leandro Verzulli si è detto pronto a nome della Provincia a rivedere il progetto poiché «in fase di presentazione dell'elaborato esecutivo si potranno apporre delle modifiche sostanziali al tracciato».
In rappresentanza dei residenti di contrada Buccieri c'era Lorenzo Valloreja il quale si è detto moderatamente soddisfatto in quanto «con la prossima conferenza dei servizi, che andrà a valutare il Progetto dell'Autodromo, se il tracciato in questione venisse ricompreso tra le opere che questa importante struttura dovrebbe realizzare per le proprie pertinenze il caso sarebbe sicuramente risolto con il benestare di tutti».

07/02/2008 9.17