San Giovanni Teatino, «nessuna soluzione per il problema dello smog»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1514

SAN GIOVANNI TEATINO. Si costruirà una super-strada Dragonara – bivio di San Silvestro (zona Pescara Sud) e nel frattempo si dipingono i sottopassi con vernici speciali.

«Questa è la sostanza della risposta del sindaco Caldarelli all'interrogazione presentata dal gruppo dell'Unione per San Giovanni Teatino», spiegano insoddisfatti i consiglieri di minoranza Sandro Paludi e Alessandro Feragalli che chiedevano chiarimenti su come l'amministrazione comunale volesse arginare il problema smog derivante da una concentrazione di poveri sottili (PM10) superiore a quanto ammissibile dalla legge.
«Nessuna notizia», continuano Feragalli e Paludi, «viene fornita in merito alle considerazioni del Consorzio Mario Negri Sud che riteneva necessari opportuni approfondimenti delle indagini allo scopo di verificare se l'inquinamento atmosferico permanesse nel tempo e se, e come, essa possa eventualmente influire sullo stato di salute della popolazione residente».
E i due consiglieri si domandano come mai «a quattro mesi dall'emissione dell'ordinanza per la limitazione della circolazione di mezzi sul territorio comunale, ed a seguito di una decina di controlli, non sia stata elevata nemmeno una contravvenzione a veicoli inquinanti che abbiano attraversato il territorio comunale». Tutto in regola?
«A questo punto», aggiungono i due, «sembra chiaro che l'ordinanza non sia applicabile a causa delle numerosissime deroghe ammesse, basta dire che ci si stia recando a prendere un caffè da un amico per esserne dispensati, oppure si deve ritenere che tutti i mezzi inquinanti abbiano cambiato strada».
I due consiglieri invitano l'amministrazione comunale a tornare al «buon senso» e sperano che «si avvii, quantomeno, una campagna di rilevamento permanente della qualità dell'aria sulle strade cittadine, si potenzi il trasporto pubblico e si realizzi la fermata ferroviaria all'aeroporto».

07/12/2007 10.02

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=10300]I DUBBI DEI CONSIGLIERI DI MINORANZA[/url]