Cdl contro Caldarelli: «lavori pubblici gestiti con superficialità»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5162

SAN GIOVANNI TEATINO. I consiglieri di minoranza Ezio Serraiocco, Giorgio Di Clemente e Marco Cacciagrano denunciano «la superficialità con la quale l'amministrazione comunale del sindaco Verino Caldarelli ha gestito e sta gestendo i lavori pubblici».
Dopo le tante denunce di episodi di pericolo accaduti nella nuova scuola elementare di Sambuceto, infatti, anche nella nuova scuola di San Giovanni Teatino si sono verificati nel giro di poco tempo segnali inquietanti.
Dopo le lesioni avvenute nei giorni scorsi sulla parete esterna lato chiesa dell'edificio scolastico («prontamente celati da teloni scuri infissi alla parete stessa», sottolineano i consiglieri) e poi oggetto di intervento da parte dell'impresa costruttrice, è accaduto che, forse a causa della realizzazione sbagliata della rete di raccolta delle acque, il piazzale antistante la scuola stessa e di conseguenza i locali scolastici sottostanti hanno subito dei danni inevitabili, tali da richiedere dei lavori straordinari ed urgenti per il ripristino delle condizioni di sicurezza.
«Ci chiediamo ancora una volta», incalzano Serraiocco, Di Clemente e
Cacciagrano: «ma durante i lavori coloro che erano incaricati del controllo dov'erano? Di nuovo il pressapochismo fa distinguere la gestione di questa amministrazione comunale che appare in pompa magna solo durante le inaugurazioni delle opere».
Secondo i rappresentati della Cdl, inoltre, «la messa in sicurezza del cantiere della scuola di San Giovanni Teatino è effettuata ancora con precarietà, tale da mettere in serio pericolo i bambini, così come ancora precarie e provvisorie sono le transenne a protezione dell'area laterale a confine con il sottopasso di via Pertini della scuola di Sambuceto».
Ma c'è ancora dell'altro: «nella ristrutturazione del Municipio, in barba a tutte le norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, ci sono delle situazioni di pericolosità e precarietà da più giorni visibili a tutti. Difatti, sulla facciata posteriore del municipio e nella zona laterale dove è ubicato l'ascensore ci sono dei cavi elettrici penzoloni senza protezione e alla portata di qualunque bambino e non di passaggio, così da essere un potenziale e serio pericolo. Possibile che nessuno si sia accorto di questo?»


28/11/2007 9.23