Il sindaco D’Alfonso a gennaio dal presidente croato Mesic

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1168

PESCARA. Il ventaglio dei rapporti tra Pescara e i paesi di area Balcanica si arricchisce di un importante tappa, quella dell’incontro con il Presidente della Repubblica di Croazia Stjepan Mesić che si terrà a Zagabria il 18 gennaio 2008 (si allega l’invito del Consigliere del Presidente).
«Un incontro», ha spiegato il sindaco D'Alfonso,«che servirà a saldare ancora di più il legame di affinità ed amicizia che unisce Pescara ai paesi di area Adriatica, attraverso la costruzione di una rete ancora più fitta di rapporti istituzionali finalizzata al potenziamento di una cooperazione fra le due sponde che abbracci vari livelli. Passi importanti in tal senso sono stati già compiuti con la municipalità di Spalato durante il Forum delle Città Adriatiche e dello Ionio tenutosi a Pescara lo scorso 29 settembre».
Secondo il sindaco di Pescara l'incontro dovrebbe servire a porre le basi per una visita del Presidente Mesić a Pescara al fine di rendere «ancora più forte questo sentimento di identità con il suo paese, nella convizione che il mare Adriatico non sia un elemento divisorio, un confine, ma una parte importante di un'unica regione Mediterranea ed Europea, un invito a cui il Presidente Mesićsi è detto disponibile e lieto di rispondere entro i primi mesi del 2008».

DI SEGUITO IL PROTOCOLLO DI INTENTI TRA SPALATO E PESCARA

PREMESSO

• Che per vicinanza geografica e identità storica e culturale, le città di Pescara e Spalato sono legate da un rapporto di fratellanza e amicizia;
• Che tale legame è stato alla base di sempre più fitte relazioni istituzionali e politiche tra le due municipalità, come testimoniato anche dalle numerose visite istituzionali reciproche compiute dai rappresentanti delle due amministrazioni locali in occasione di eventi di particolare rilevanza;
• Che l'esigenza di accorciare materialmente le distanze fra le due sponde dell'Adriatico è reciprocamente sentita e manifestata, tanto che dal 2004 sono stati riattivati i collegamenti navali tra le due città, che per lungo tempo erano stati sospesi;
• Che entrambe le città intendono attivare al più presto tutte le iniziative necessarie a sensibilizzare e coinvolgere i soggetti istituzionali competenti, affinché assumano le determinazioni utili a favorire lo sviluppo dei rapporti economici, commerciali e turistici tra le due sponde dell'Adriatico, anche attraverso l'accelerazione dei tempi di realizzazione delle infrastrutture che consentano lo sviluppo della comunicazione via mare, via aria e via terra ;

Con il presente atto le persone di cui in premessa

SI IMPEGNANO

a predisporre e sottoscrivere un documento di cooperazione economica ed infrastrutturale tra le due Municipalità ed a definire un “memorandum” di incontri istituzionali presso i rispettivi Paesi, al fine di accelerare i tempi di realizzazione delle infrastrutture che consentano lo sviluppo della comunicazione via mare, via aria e via terra e che siano in grado di implementare lo scambio di attività economiche, turistiche e culturali tra le due sponde.
A tal fine i Sindaci si impegnano ad attivare tutte le iniziative possibili presso le seguenti Istituzioni:

• Il Presidente del Senato della Repubblica Italiana, Sen. Franco Marini
• Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio della Repubblica Italiana, On. Enrico Letta
• Il Ministro alle Infrastrutture della Repubblica Italiana, On. Antonio Di Pietro
• L'Assessore della Regione Abruzzo alle Relazioni con i Paesi del Mediterraneo, Mahmoud Srour
e reciprocamente

• Il Presidente della Repubblica di Croazia, Stjepan Mesić
• Il Ministro della Repubblica di Croazia allo Sviluppo Economico e Infrastrutture, Bozidar Kalmeta
• Il Capo della Contea di Dalmazia, Ante Sanaer

Luciano D'Alfonso Ivan Kuret
Sindaco di Pescara Sindaco di Spalato

23/11/2007 10.17