Cialente:«Subito la nomina del presidente del Parco Gran Sasso Laga»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1326

L’AQUILA. Si sono incontrati ieri, nell’aula consiliare del Comune, i sindaci e i presidenti delle Province della Comunità del Parco Gran Sasso Laga. La Comunità comprende 44 Comuni, 5 amministrazioni provinciali (L’Aquila, Teramo, Pescara, Ascoli Piceno e Rieti) e 3 Regioni (Abruzzo, Lazio e Marche).
L'incontro, autoconvocato sulla base di un invito rivolto a tutti i componenti dal sindaco dell'Aquila Massimo Cialente, ha avuto lo scopo di promuovere un momento di confronto rispetto alla fase attuale e all'esigenza di provvedere alla ricostituzione degli organi rappresentativi della stessa Comunità e dell'Ente Parco.
Nel corso dell'incontro i rappresentanti delle amministrazioni comunali e provinciali hanno espresso il proprio plauso all'iniziativa, che prelude, hanno dichiarato, alla fine di una situazione di stallo amministrativo e progettuale.
Il sindaco Cialente, aprendo i lavori, ha sottolineato che il Parco è una delle strutture su cui puntare ai fini della programmazione di specifiche strategie di sviluppo e dell'individuazione di un sistema di politiche territoriali condivise.
«Occorre attuare – ha affermato il sindaco - un grande progetto politico legato allo sviluppo del Parco e ricostituirne la Comunità, costruendo di conseguenza attorno ad essa una nuova idea di crescita e progressione economica, infrastrutturale e turistica. Bisogna pertanto ripristinare, entro la fine dell'anno in corso, gli organismi vacanti ormai dal 2004 - ha aggiunto il sindaco dell'Aquila – ridefinire il piano sociale ed eleggere i 5 membri del consiglio direttivo del Parco».
«Questo incontro - ha proseguito Cialente - era un atto dovuto verso il territorio. È molto importante il fatto che sia emersa una volontà comune durante il dibattito e che questa volontà vada nel segno di restituire alla Comunità il compito, il dovere e le finalità per cui è stata istituita».
Cialente ha quindi proposto di creare una Commissione, composta da due rappresentanti per ogni territorio provinciale, ai fini di dar vita ad un gruppo di lavoro “agile” che si attivi fin da subito per il rilancio della Comunità, per arrivare in tempi rapidi alla ricostituzione degli organismi di rappresentanza e per procedere ad un incontro con il presidente della Regione Abruzzo e con il Ministro dell'Ambiente in merito alla designazione del nuovo presidente del Parco, commissariato dal 1 marzo scorso.
La proposta è contenuta in documento che è stato approvato all'unanimità.
Il gruppo di lavoro è composto dai sindaci Petrucci (Comune di Accumuli, in provincia di Rieti), Lalli (Comune di Arquata, in provincia di Ascoli Piceno), Di Giustino (Comune di Pietracamela, provincia di Teramo), Minosse (Comune di Cortino, in provincia di Teramo), Cutracci (Comune di Penne, in provincia di Pescara), Ciuffini (Comune di Castelvecchio Calvisio, L'Aquila) e da Ruggero Manzolini, in rappresentanza del Comune di Campotosto. Il compito di coordinamento è affidato al sindaco dell'Aquila Massimo Cialente.

13/11/2007 14.43