Maurizio Acerbo (Rc) nella commissione parlamentare d'inchiesta sui disavanzi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1102

PESCARA. Il deputato abruzzese di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea Maurizio Acerbo è uno dei 21 componenti della Commissione parlamentare d'inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali, insediatasi ieri alla Camera.
«E' ovvio l'interesse sull'attività della Commissione», ha dichiarato il segretario regionale del partito Marco Gelmini, «per quanto riguarda la Regione Abruzzo, che proprio ieri ha approvato il provvedimento per evitare il commissariamento a causa del disavanzo regionale sulla
Sanità».
«Crediamo che la Commissione rappresenti un importante strumento per definire e mettere sotto controllo il quadro della spesa sanitaria regionale e individuare responsabilità, sprechi, provvedimenti da adottare».
La Commissione, informa Gelmini, dovrà terminare i lavori entro fine 2009.
Prc-Se, annuncia il segretario regionale, «metterà al servizio della Commissione le denunce avanzate sui malfunzionamenti della sanità abruzzese e i dati raccolti per arrivare, nella
definizione del prossimo Bilancio regionale, a un servizio migliore per cittadini e operatori coinvolti, con costi adeguati ai livelli dei servizi forniti.
La Commissione parlamentare d'inchiesta, monocamerale, è composta da ventuno deputati, che sono stati nominati dal Presidente della Camera, in proporzione alla consistenza dei gruppi parlamentari; il presidente della Commissione è Giuseppe Palumbo.
24/10/2007 12.37