Incendi: la relazione non arriva, finanziamenti in fumo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1477

ABRUZZO. Il vice presidente del Consiglio regionale, Daniela Stati (Forza Italia), ha presentato un'interrogazione al presidente della Giunta regionale Del Turco e all'assessore Ginoble per avere conferma sull'esclusione della Regione Abruzzo dai finanziamenti destinati alle Regioni devastate dagli incendi di questa estate.
Sulla questione i senatori Andrea Pastore e Filippo Piccone (sempre Forza Italia) hanno presentato una interrogazione al presidente Prodi. A differenza di quanto annunciato dal presidente Del Turco 
«non risulta», informa Pastore, «che il Consiglio dei Ministri nel corso dell'ultima seduta abbia esaminato o discusso la questione dei finanziamenti all'Abruzzo e della relativa dichiarazione dello stato di emergenza e calamità per i citati incendi».
«Spero che quanto apparso sulla stampa nei giorni scorsi, cioè l'esclusione della nostra Regione dai fondi per gli incendi, a causa del mancato invio della relazione sui danni non corrisponda al vero, perché se così fosse, sarebbe un'ulteriore dimostrazione di inadempienza e incapacità di questa Giunta regionale.Gli incendi di questa estate – continua la Stati – sono stati una ferita gravissima al cuore dell'Abruzzo, una tragedia da non dimenticare, una cicatrice che il nostro territorio porterà per tanti anni. Come risposta a tutto ciò ora questa ulteriore beffa, grazie alla Giunta regionale. Come è possibile che ciò accada, di chi è la colpa?» Chi ha la gestione se ne assuma la responsabilità di fronte all'opinione pubblica, chiede la Stati. «Penso che le elezioni per il PD abbiano portato via tempo e idee al centro sinistra che governa la nostra Regione, anzi che non governa. Ci sono state roboanti dichiarazioni circa gli aiuti – precisa la vice presidente Stati - che hanno riempito le pagine dei giornali e le Tv, solo per propaganda in vista delle elezioni per il Partito Democratico, senza rispetto di chi ha visto bruciare in un attimo anni di sacrifici».

17/10/2007 11.12

AN:«EMENDAMENTO URGENTE PER RIMEDIARE»

«Cos'altro dire dopo il teatrino che ha fatto seguito agli incendi che hanno devastato l'area ricompresa tra i comuni di San Valentino, Abbateggio e Caramanico Terme? Dopo la tempestiva passerella di illustri politici regionali durante l'emergenza, con conseguente e retorica assunzione d'impegni e promesse, ecco la scure di Del Turco abbattersi sulla nostra comunità».
A porsi e a porre la domanda sono Angelo D'Ottavio e Cristian Salutari, componenti del gruppo di An nel Consiglio della Comunità Montana, che aggiungono: «D'altronde la storia c'insegna che dopo gli incendi arriva il saccheggio, è così e stato anche questa volta! L'impegno unitario dei Consiglieri regionali nel reperire risorse per 6 milioni di euro in favore delle zone colpite, dopo la mancata assegnazione di fondi da parte del Governo Nazionale, è stato vanificato dalla giunta regionale, che, per recuperare indiscriminatamente fondi qua e là, ha presentato un progetto di legge che esordisce all'articolo 1 con l'azzeramento delle risorse per i comuni danneggiati dagli incendi. Il tutto – sottolineano gli esponenti di An – avendo premura di non toccare le risorse assegnate a neocostituite società quali Abruzzo Enginering presieduta dall'onnipresente Lamberto Quarta».
Al danno si aggiungerebbe la beffa di una Regione «Bifronte», da un lato i gruppi consiliari di maggioranza e minoranza che lavorano insieme, superando le divergenze nell'interesse del «nostro Abruzzo», dall'altro la Giunta del Turco che «ai proclami di solidarietà fa seguire il taglio di fondi e risorse».
«Per questo motivo – concludono Salutari e D'Ottavio – abbiamo interessato il Capogruppo di AN in Consiglio Regionale, Alfredo Castiglione, che ha già manifestato, al riguardo, l'intenzione di presentare in consiglio regionale un emendamento urgente alla legge affinchè vengano salvaguardati i fondi assegnati».
E conclude Angelo D'Ottavio: «proporrò al Consiglio comunale di San Valentino un ordine del giorno che impegni il Sindaco a difendere nelle sedi opportune il finanziamento a disposizione dei comuni che la Giunta Del Turco ha irresponsabilmente proposto di cancellare, mi auguro che il Presidente del Consiglio, Roselli, ed il capogruppo del disciolto partito dei DS, Di Matteo, si spoglino della casacca comune del PD e difendano concretamente il territorio che li ha eletti in Consiglio regionale».

17/10/2007 13.50