Elezioni amministrative, «una mano ha scritto più verbali»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1053

L'AQUILA. Si tinge di giallo l'elezione amministrativa dello scorso maggio al Comune dell'Aquila. Secondo un perito grafologo più verbali sarebbero stati redatti da una stessa mano. Questo che vuol dire? Lombardi (Forza Italia) chiede al Consiglio comunale di far luce sulla vicenda.

Il consigliere di Forza Italia Enzo Lombardi già nella prima seduta consiliare dell'attuale mandato aveva sollevato qualche dubbio sul regolare andamento degli adempimenti successivi al voto del 27 e 28 maggio. Aveva così presentato una mozione per la costituzione di una commissione di inchiesta, respinta dall'aula nella seduta del 9 luglio.
Ieri un nuovo intervento dell'esponente Forzista con cui ha chiesto al Consiglio «di fare piena luce in ogni sede, per fugare ogni dubbio e sospetto e restituire serenità e certezze all'operato degli elettori e degli eletti».
« Bruno Chelli – ha spiegato ieri Lombardi – a sostegno del suo ricorso al Tar contro la mancata elezione nella lista della Democrazia cristiana, proprio lo scorso 6 ottobre ha depositato una relazione tecnico-grafologica redatta, su suo incarico, dal dottor Roberto Mazzonetto, perito grafologo di Roma, iscritto anche al tribunale dell'Aquila».
L'incarico conferito al perito era mirato ad accertare se, analizzati i verbali degli 81 seggi del territorio comunale e il verbale della commissione centrale per la proclamazione degli eletti, gli stessi potessero essere stati redatti da un'unica mano o da una pluralità di persone. L'esperto ha concluso che «si deve obiettivamente constatare che non solo lo stile e l'espressione grafo-funzionale, ma anche l'evoluzione organico-risolutiva dei singoli morfemi e la conduttività del tratto conducono a un giudizio di un'unica provenienza genografica».
«Il giudizio conclusivo del perito – ha affermato ancora Lombardi – recita testualmente: "la scrittura in verifica, analizzata a campione, ha evidenziato che più verbali di seggio sono stati compilati da una stessa mano grafooperante. La scrittura di altri gruppi di verbali è da attribuirsi a varie mani. Altresì, sono state riscontrate alcune corrispondenze tra la scrittura compilativa dei verbali di seggio con il verbale delle operazioni della commissione centrale"».
Ora la palla passa al Consiglio che dovrà decidere se e come fare piena luce sulla vicenda.
10/10/2007 9.30