Giustizia. Direzione regionale:«Ci penserà Mastella»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1207

L’AQUILA. Sulla vicenda dell'esclusione della citta' di L'Aquila di un ufficio decentrato della Direzione regionale del Ministero di Grazia e Giustizia, sarà lo stesso ministro Mastella ad occuparsene. E’ stato l’assessore regionale Mimmo Srour a confermarlo.

L'AQUILA. Sulla vicenda dell'esclusione della citta' di L'Aquila di un ufficio decentrato della Direzione regionale del Ministero di Grazia e Giustizia, sarà lo stesso ministro Mastella ad occuparsene. E' stato l'assessore regionale Mimmo Srour a confermarlo.



«Ho appena avuto un incontro riservato con il Ministro della Giustizia
Clemente Mastella», ha detto ieri sera Srour, «che mi ha assicurato il suo impegno affinche' l'Abruzzo non venga escluso dall'elenco delle sedi decentrate.
Il Guardasigilli - aggiunge Srour - ha subito sollecitato gli uffici competenti per cercare una soluzione che non penalizzi la nostra regione, centro di una tradizione forense ormai consolidata».
Soddisfatto ovviamente il primo cittadino dell'Aquila, Massimo Cialente.
«Il problema che avevo rappresentato in una comunicazione al ministro qualche giorno fa - ha dichiarato Cialente - deve trovare soluzione in tempi quanto più possibili rapidi, per evitare che la nostra regione, prima che la città capoluogo, si vedano gravemente penalizzate da questa esclusione, tanto più
inopportuna in considerazione della consolidata tradizione forense della nostra città, che vanta la presenza di professionisti e magistrati di altissimo spessore».
«Alla lettera, come anticipato», ha aggiunto Cialente, «seguira' nei prossimi giorni un mio incontro con il Guardasigilli Mastella, allo scopo di individuare una soluzione concreta alla vicenda, anche in
ragione della centralita' geografica e culturale della citta' dell'Aquila rispetto alla regione Abruzzo».

07/09/2007 9.16