Rifiuti, ok all'accordo di programma

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1426

TERAMO. Sì alla proposta di accordo di programma che ora andrà all'esame delle assemblee consortili. Impegno da parte dei consorzi a indicare alla Provincia, entro i prossimi 20 giorni, i siti per le nuove discariche. Siti che dovranno essere scelti tra quelli previsti nello studio redatto dall'ente.
Sono queste le novità emerse nell'incontro che si è svolto ieri mattina, in sala giunta, tra Provincia, Regione e consorzi. Alla riunione, oltre al presidente Ernino D'Agostino e all'assessore all'Ambiente Antonio Assogna, hanno partecipato tra gli altri il dirigente del settore ambiente Franco Gerardini per la Regione, i rappresentanti dei 4 consorzi (Ennio Cortellini per la Mo.Te. Ambiente Spa, Lunella Cerquoni per Cirsu Spa, Antonio Giannetti per il Consorzio Comprensoriale Rsu - area Piomba-Fino ed Emiliano Di Matteo per l'Unione dei Comuni-Città territorio Val Vibrata) e il sindaco di Sant'Omero Ernano Fucilitti.
Con l'accordo di programma gli enti s'impegnano a portare avanti in maniera concertata una serie di interventi per la realizzazione di nuovi impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti e per la fruizione di quelli esistenti.
In particolare, si è deciso che nel breve termine (e cioè entro il
2007) gli interventi potranno riguardare gli impianti di Sant'Omero, di Atri e, nel caso di entrata in esercizio, l'impianto di Irgine di Notaresco.
Nel medio termine, ovvero entro il 2008, gli interventi considerati saranno invece relativi all'impianto di Tortoreto e Mosciano Sant'Angelo, nel primo caso tramite l'ampliamento e nel secondo caso attraverso l'utilizzo di volumetrie ricavate nell'ambito del piano di chiusura della discarica.
Inoltre, l'intesa prevede che nei tempi tecnici necessari si realizzino – oltre ai due poli tecnologici di Teramo (bioessiccatore) e Notaresco (adeguamento dell'impianto di compostaggio di Grasciano) – nuove discariche che, come ribadito dal presidente D'Agostino, "dovranno soddisfare la volumetria di due milioni di metri cubi prevista nel piano provinciale per la gestione dei rifiuti".
I consorzi si sono impegnati a trasmettere entro i prossimi 20 giorni le indicazioni dei nuovi siti - scelti tra quelli individuati dalla Provincia – per i quali procedere alla progettazione e alla realizzazione di nuovi impianti. La Regione, nel corso dell'incontro, ha confermato la volontà di sottoscrivere l'accordo di programma e l'impegno a cofinanziare gli interventi.
«Siamo soddisfatti – dichiara il presidente D'Agostino – per l'esito dell'incontro, che delinea una nuova concreta strategia per superare l'emergenza e per avviare la costruzione di un sistema di gestione dei rifiuti che ne garantisca la sostenibilità ambientale ed economica».
«L'intento della Provincia – aggiunge l'assessore all'Ambiente Assogna – era quello di andare anche oltre i contenuti dell'accordo, imprimendo una più forte accelerazione verso la costituzione dell'Ato per la gestione unitaria dei rifiuti. Prendendo atto della volontà attuale dei consorzi, tuttavia, non possiamo che salutare con soddisfazione il positivo risultato raggiunto».

14/07/2007 9.55