Sindacati e Asl, primo accordo. Aria positiva in vista di novembre

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1187

IL MINISTRO TURCO INCONTRA CGIL, CISL E UIL SUI PIANI DI RIENTRO DAL DEFICIT
PESCARA. Dopo estenuanti e difficili trattative, è stato raggiunto l'accordo tra le organizzazioni sindacali e l'azienda Asl di Pescara sull'applicazione dell'istituto dell'incentivazione per l'area comparto, così come previsto dalla normativa contrattuale vigente.
«L' accordo», hanno annunciato le segreterie provinciali di Fp-Cgil, Fps-Cisl, Uil-Fpl, Ugl, «nonostante le incomprensibili resistenze da parte del dirigente responsabile del settore personale, è stato voluto soprattutto dal direttore generale Antonio Balestrino, dal direttore sanitario Stefano Boccabella e dalle sigle confederali». Sono state così sconfitte le posizioni «assunte da alcune sigle sindacali autonome che precedentemente all'accordo hanno assunto inspiegabili posizioni diverse.
Tale accordo segue, a poca distanza, quello sui lavoratori precari». I sindacati cominciano ad intravedere un clima di maggiore collaborazione con l'azienda sanitaria, «che speriamo si consolidi con un accordo sul piano aziendale di riordino della rete ospedaliera e sull'immediata apertura del tavolo di concertazione per il personale dirigenziale dell'area sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa per il contratto integrativo aziendale, ormai interrotto dal mese di Novembre».

07/07/2007 9.47

IL MINISTRO TURCO INCONTRA CGIL, CISL E UIL SUI PIANI DI RIENTRO DAL DEFICIT

ABRUZZO. Il ministro della Salute Livia Turco ha incontrato i vertici nazionali dei sindacati confederali sanità e della funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil per una verifica dell'andamento dei Piani di rientro dal deficit sanitario adottati in Abruzzo, Campania, Lazio, Liguria e Molise.
Nel corso dell'incontro le organizzazioni sindacali hanno condiviso l'obiettivo di fondo dei Piani di rientro che è quello dell'efficienza, con la consapevolezza che solo con servizi efficienti, in grado di usare in modo appropriato le risorse finanziarie e professionali, «si avrà un sistema sanitario equo e di qualità e in grado di tenere i conti in regola nel tempo».
Per la gestione del personale nell'ambito dei Piani di rientro, il ministro Turco ha confermato la volontà di farsi carico di «un attento e costante confronto con le Regioni per la ricerca di modalità applicative dei Piani che tengano nella dovuta considerazione le proposte e le osservazioni del sindacato».
Il Ministro verificherà le singole problematiche territoriali con le Regioni coinvolte prima del nuovo confronto con i sindacati previsto per il prossimo 13 luglio.
E lunedì prossimo il presidente della Giunta regionale, Ottaviano Del Turco, e l'assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca, presenteranno la bozza di Piano sanitario 2008-2010 nel corso di una conferenza stampa.
Parteciperà anche il direttore dell'Agenzia sanitaria regionale, Francesco di Stanislao.
Durante l'incontro con la Turco, hanno spiegato i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl «abbiamo ribadito chiaramente che il recupero del debito deve e può essere fatto su molti capitoli di spesa dove si perpetuano gli sperperi e gli sprechi della sanità pubblica».

07/07/2007 12.23