Piazza Duca: «un anno di lavori senza fine»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1243

PESCARA. Scavi aperti da oltre un anno, ratti e pantegane che escono in superficie e camminano tra i piedi dei pedoni e transenne a rischio che ostacolano il traffico. Sono queste le condizioni di degrado in cui versa piazza Duca degli Abruzzi, un cantiere infinito. La denuncia è stata lanciata dal consigliere comunale di Alleanza Nazionale Luigi Albore Mascia, vicepresidente del Consiglio che chiede chiarimenti all’assessore Mancini
«Una denuncia, la mia – ha spiegato il consigliere –, che nasce dalle richieste dei cittadini che abitano nella zona, o la frequentano per i più svariati motivi».
Ormai da oltre un anno l'amministrazione comunale ha appaltato e avviato il completamento dei lavori di piazza Duca, con annesso arredo urbano, con una spesa di oltre 300 mila euro.
«Eppure», denuncia il consigliere, «dopo oltre anno, il cantiere è ancora lì, praticamente fermo, con operai che, saltuariamente, si fanno vedere sul posto per spostare qualche attrezzo, mentre i disagi continuano a moltiplicarsi».
A cominciare dal traffico, «la presenza degli scavi – ha puntualizzato Mascia – rappresenta un impedimento al normale fluire delle auto. La conseguenza è che, quotidianamente si creano lunghi incolonnamenti di auto a partire dall'ex clinica Baiocchi, sulla via Nazionale Adriatica nord. Per non parlare delle transenne che rappresentano un ostacolo alla normale visibilità per gli automobilisti, con il rischio di provocare incidenti e investimenti di pedoni».
Non basta, «il cantiere aperto – ha aggiunto Mascia – è un ovvio ricettacolo di rifiuti di ogni genere, oltre che una via di fuga per i ratti che ormai passeggiano in superficie tra i pedoni, intrufolandosi indisturbati nei garage e anche nelle abitazioni al pianterreno».
In teoria quei lavori dovevano essere conclusi almeno 7 o 8 mesi fa, «invece siamo ancora all'antipasto e, soprattutto, non sappiamo quando finiranno. La città si attende una spiegazione dall'assessore ai lavori pubblici Armando Mancini il quale, tra l'altro, appena ventiquattro ore fa ha annunciato un nuovo ‘Piano di interventi per la sicurezza della mobilità stradale”».
28/06/2007 11.50